Titolo

Supergulp! Boldrin in tivvù

4 commenti (espandi tutti)

 

Sono rimasto molto colpito dal servizio sulla Sardegna. Con un virtuosismo di alto giornalismo Floris è riuscito a NON dire a quale azienda appartenessero i cassintegrati sardi che apparivano nel filmato. Tirando un poco a indovinare credo che si tratti della Carbosulcis (http://it.wikipedia.org/wiki/Carbosulcis - se sbaglio mi corrigerete...).

Nel filmato si sollecita l'indignazione dei telespettatori sostenendo che con i due milioni usati per finanziare la regata (quale? non si capisce...) si sarebbero potuti pagare per sei mesi gli stipendi dei cassintegrati. Considerando la "horror story" del carbone sardo che distrugge ricchezza sicuramente dal 1950, ma secondo me almeno dal 1933 ( http://it.wikipedia.org/wiki/Societ%C3%A0_Mineraria_Carbonifera_Sarda - almeno tre generazioni di minatori...) ha sicuramente più senso finanziare una regata, che ha una debolissima possibilità di portare un qualche ritorno in termini di turismo che buttarli in un'impresa che ha provato la sua insostenibilità al di là di ogni ragionevolezza..

Ah dimenticavo, il carbone del Sulcis è, dal punto di vista merceologico, una vera schifezza: http://www.carbosulcis.eu/index.php?option=com_content&view=article&id=35&Itemid=27 ; il 6,6% di zolfo (i migliori carboni indonesiani ne contengono 0.1-0.2%) vuol dire che i costi di desolforazione sono di gran lunga superiori al valore dell'energia potenzialmente producibile.

É dai tempi di Katyn che non si vedeva un caso cosí clamoroso di disinformazione. É un vero peccato non averlo saputo prima, avrei preparato un piccolo briefing per Michele da scandalizzare perfino Epifani.

 

Nei servizi filmati ho trovato altre due "perle" che mi hanno stupito:

1.In quello sui dipendenti pubblici, li si vede entrare ed uscire dagli uffici passando in mezzo ai famosi tornelli di Brunetta...perfettamente spenti

2.In quello sull'evasione fiscale un membro della Gdf dice che: 10.000 e rotti professionisti non presentano dichiarazioni dei redditi, evadendo per un totale di 19,9 miliardi di Euro. Cioè, mediamente, evadono quasi 2 milioni di euro a testa ?? Ora, tutto puo essere ma...

 

Sul punto 2 puo benissimo essere, ma non riferiti ad un anno o all'anno, ma in totale, magari negli ultimi 10 anni.

Senno perchè intestano motoscafi da 500.000 € o più a dei prestanome/società estere.

Erano i disoccupati della Rockwool una azienda alle porte di Iglesias che produce lana di roccia per coibentazione edile...non c'entrano nulla con la Carbosulcis anche se nelle tinte di realismo operaista che Floris voleva propagandare ci stava bene contrapporre plasticamente il minatore povero con il velista ricco...se vedete bene anche la camicia del lavoratore riporta il nome dell'azienda, Rockwool appunto, che produce lana di roccia.

Il problema dei soldi delle bonifiche per il Sulcis-Iglesiente, collegate alla dichiarazione da parte del ministero dell'Ambiente che il Sulcis fosse zona ad alto rischio ambientale, è del 1993, e a quello che leggo sempre nei giornali locali (io provengo dal comune di Portoscuso, epicentro dell'allarme inquinamento) i soldi non sono mai stati spesi in maniera sistematica o pianificata...e la cosa è talmente scandalosa che tutti i comuni della zona che in passato facevano carte false per prendere parte alla zona ad alto rischio ambientale, sfoggiando tassi di piombemia nel sangue e indici di morte tumorali superiori alla media nazionale, ORA considerando che i fondi non sono disponibili nella misura preventivata (anche per incapacità a spenderli degli enti preposti a quello: comuni provincia e regione) adesso vogliono uscire dalla zona ad alto rischio, perchè la permanenza avrebbe effetti negativi sul tipo di attività, per esempio agricole, esercitabili in zone formalmente dichiarate inquinate.

Quindi il problema della spendita di quei fondi è precedente la partita di giro fatta dall'attuale giunta regionale e se anche quei soldi fossero disponibili non si potrebbe pensare di utilizzarli per far lavorare tutti i cassintegrati-disoccupati-inoccupati della zona. Se anche quei soldi non fossero andati alla regata (sia chiaro che io non parlo pro domo mea: al mare non uso neanche i materassini di plastica che ho paura di finire alla deriva se mi addormento, quindi non ho barche a vela o similia) dubito che i nostri governanti li avrebbero usati con celerità per le fantomatiche "bonifiche".

Giusto per segnalare il solito ridicolo di questa zolla africana incredibilmente ancora all'interno dell'Unione Europea, segnalo che nel mio comune, dopo aver pagato contributi per l'espianto delle vigne, in ragione del livello di inquinamento, oggi dopo aver eseguito nuove analisi si vogliono chiedere contributi per impiantare nuovamente le vigne...il tutto nel giro di pochi anni e senza che le bonifiche fossero state fatte.

Ma poi mi chiedo: ma chi è che dovrebbe sovrintedere alle bonifiche? Il direttore dell'agenzia regionale per l'ambiente della Sardegna (Arpas) nominato dal presidente Cappellacci su indicazione di Verdini, capogruppo PDL? Questa è la gente che dovrebbe gestire i soldi delle bonifiche? Personale tecnico nominato dai padrini politici?

Ma perchè Floris invece di fare populismo da quattro soldi non attacca su queste schifezze invece di farci vedere le lampade di lusso dei velisti? Ma cosa me ne frega a me della Maddalena? Ripeto: se non li avessero usati lì quei soldi non li avrebbero usati proprio. Allora perchè la sinistra fa queste polemiche idiote?