Titolo

Supergulp! Boldrin in tivvù

5 commenti (espandi tutti)

Probabilmente è vero, ma col senno di poi. In realtà è la reazione di Lupi alla parola Spagna che è stata pavloviana e insensata. Era stato programmato per parlare male della Spagna dell'amico dei nemici Zapatero (che infatti ha introdotto inutilmente nella discussione), l'aveva persino sostituita alla Slovenia nell'appunto a Tito Boeri che si era scritto.

Comunque alla fine:

1.Il punto lo hai portato a casa lo stesso, virando l'esempio sulla Germania (anzi lo hai ribadito!) .

2.Hai introdotto, alla platea televisiva, il concetto che i dati che ci danno superiori alla Spagna non sono esatti (cosa che da nessuna altra parte si era sentita).

3.Ti sei guadagnato altri inviti, almeno credo (le discussioni di quel genere fanno audicence, ci piaccia o meno)

Appunti personali:

1 Ma quanto è paraculo Riotta ? Incredibile!

2 Abete mi è piaciuto molto (mi sembra le sue proposte fossero in linea con quelle di nfA)

3 Epifani era in studio o in collegamento dagli anni 70?

PS

"adesso stia zitto che ora le spiego" e seguente espressione di Lupi... per tutto il resto c'è Mastercard

PPP e altro

amadeus 26/5/2010 - 10:10

Una considerazione e una domanda (provocatoria).

I  politici domestici, almeno quelli abituati a "presenziare" in TV, sono diventati degli animali televisivi piuttosto esperti e scaltri, anche se qualche volta (dipende dall'interlocutore) anche l'esperienza nulla può di fronte alla mancanza di idee e di argomenti (peccato che Boldrin abbia aspettato la fine per sparare i colpi più pesanti). Purtroppo (per noi) codesti signori continuano a parlare alla loro platea elettorale per antonomasia (gli spettatori del TG1 e dei programmi televisivi in generale) e, quel che è peggio, agiscono e "manovrano" pensando al consenso di queste persone. Ma se è pur vero che l'elezione dei politici dipende dal consenso degli elettori e altrettanto vero che, se l'attuale situazione economica è grave come cominciano anche loro  a sostenere, dovrebbero  preoccuparsi di ottenere anche il consenso dei loro creditori, ovvero di coloro che scelgono di sottoscrivere o rinnovare i titoli del debito pubblico. L'esame dei mercati è molto più rapido e continuo di quello elettorale e, soprattutto, non può essere eluso né aggirato con provvedimenti privi di sostanza ma sbandierati come risolutori.

La domanda provocatoria è la seguente: fino a che punto ha senso rettificare i dati sul PIL pro capite all'interno della zona euro per tener conto della PPP? Negli Stati Uniti, ad esempio, quando si confronta il reddito pro capite della California e del Missouri si fanno fanno degli aggiustamenti dovuti alla PPP ?

Sono "abbastanza certo" che tu non volessi postare questa domanda in replica al mio intervento :D

In realtà non sapevo bene dove piazzarla e alla fine l'ho messa in coda all'ultimo intervento...:-). Ovviamente chiunque può rispondere.

La domanda provocatoria è la seguente: fino a che punto ha senso rettificare i dati sul PIL pro capite all'interno della zona euro per tener conto della PPP? Negli Stati Uniti, ad esempio, quando si confronta il reddito pro capite della California e del Missouri si fanno fanno degli aggiustamenti dovuti alla PPP ?

Io credo che sia opportuno puntualizzare sempre, cercando di far capire il pubblico piu' vasto possibile, ma anche senza esagerare nel sostenere che il PIL PPP sia l'unica misura utilizzabile.  Anche il PIL nominale e' un dato che si puo' confrontare, anche se meno indicativo per la magigor parte della popolazione.