Titolo

Supergulp! Boldrin in tivvù

7 commenti (espandi tutti)

Ho guardato Ballarò fino alle 22:40 circa, ossia finchè ho raggiunto la saturazione. I politici presenti ieri sera non hanno niente di diverso dai quei politici ciarlatani che pullulano nelle aule parlamentari italiane. L'unico che cercava di portare il discorso su una strada seria e ragionevole è stato Michele Boldrin, tuttavia i pochi minuti, le urla unite alle parolaccie di Lupi e l'aria fritta presente nello studio di Ballarò hanno avuto la meglio sui problemi reali e su chi cercava di parlarne seriamente.

Mi spiace sinceramente dover assistere a questo ciarpame, un consiglio spassionato che vorrei dare a Michele Boldrin, dal basso della mia inesperienza e senza fare il saputello (in maniera molto modesta insomma...), è di non andare in queste trasmissioni. Il motivo è semplice: non si parlerà mai seriamente, o meglio, chi vuole parlare seriamente ha a disposizione al massimo 8-9 minuti di trasmissione, pieni di interruzioni tra l'altro (per cui i telespettatori perdono inevitabilmente il filo logico). Purtroppo questa tv non mi pare possa essere il mezzo giusto per parlare seriamente agli italiani dei problemi veri, meglio proseguire tramite i blog e le radio.

Io non sono così pessimista.

In effetti ieri la situazione era un po esasperata dal fatto che collegamenti e servizi sono stati più della media e questo ha causato un effetto minestrone che ha lasciato poco tempo agli ospiti in studio e a mio avviso una grande confusione nello spettatore medio.

Però c' è da dire che poter parlare a più di un milione di spettatori è sempre una grande occasione, a mio modestissimo parere una buona strategia sta nello scegliere un paio di argomenti ridotti al minimo ed accessibili a tutti e non allargare il campo, e per l' approfondimento rimandare magari a questo blog (come ieri mi sembra che Boldrin abbia inutilmente tentato di fare fra alle urla di Lupi), tanto chi è interessato ad approfondire è disposto anche a perdere un po' di tempo su internet, chi si annoia con molti dati cambia canale o si distrae, quindi non viene comunque raggiunto. Esagerare coi dati infatti mi sembra spaventare prima di tutto il conduttore , per un problema di audience suppongo.

Ovviamente se Boldrin diventasse famoso presso il grande pubblico le cose cambierebbero :-)

 

Pure io son dell'idea che comunque ne valga la pena. Vero che è difficile, e spesso i risultati non si vedono. Ma se non si tenta, sicuramente non si avranno possibilità. E' certamente difficile abbassarsi al livello al quale tutti possono capire senza scendere in banalità. E' un po' come preparasi una "flash presentation" piuttosto che una "plenary lecture". ;-)

Caro Floris vuole il 60% di share?

inviti Boldrin, Boeri, Bisin (che è editoralista per la Stampa) e Tremonti con Lupi. Cosi accontenta lupi che potrà disquisire sul fatto che Boeri parlava di slovenia e non spagna riguardo al sorpasso (ma anche la spagna...), e accontenterà noi che frequentiam questo sito di vedere Boldrin vs Tremonti. Per par condicio magari inviti un PD a caso, Ichino.

Purtroppo è la medesima sensazione che ho avuto io.

Soprattutto ora che mi sono abituata male con le analisi e i confronti che si hanno su nfA, lavoce.info e Phastidio.net.

L'impressione che se ne ha, è che sia un gran minestrone in cui vige la legge dell'urlatore più forte. Non c'è modo di confrontarsi su dati e fatti concreti, scambiare opinioni e dare un senso al tutto.

Trovo tra l'altro, per quanto apprezzabile moltissime volte, irritante Floris che spesso e volentieri trancia di brutto degli interventi in corso. Se non si riesce a far parlare tutti in due ore, allora vanno invitate meno persone.

Ma stiamo parlando della tv italiana e quindi, accompagnati a delle persone di senno, è necessario avere dei politicanti (perché non sono politici) che blaterano e con arroganza interrompono e sbraitano cose a caso.

per fortuna ho visto la trasmissione in replica su internet, andando sostanzialmente a cercare gli interventi di Boldrin. Ebbene, sono stati così gustosi (si veda il "adesso stai zitto e ascolti" rivolto a Lupi, fuori di sè per la sorpresa) che il mio invito è: ci vada più spesso! FInalmente un professore senza peli sulla lingua che non si nasconde dietro l'apparenza del "tecnico". Bravo Boldrin!

Diciamo che bisogna essere coscienti delle variabili in gioco.

Il berlusconismo politicizza tutto: l'espediente di Lupi di ieri era affermare che Boldrin è un tirapiedi di Zapatero.

Credo che la lunga crisi di questa classe dirigente ci farà sentire fino alla nausea che ciascuno è sempre tirapiedi di qualcun altro. Basta trovare qualche contromisura, e l'autolesionismo dei politici farà il resto, secondo me.