Titolo

Supergulp! Boldrin in tivvù

3 commenti (espandi tutti)

Il discorso e' un altro. Come al solito si tende a ragionare in un modello a prezzi costanti (superfisso!) per cui il piccolo artigiano o il libero professionista che evadono vendono a 100 senza pagare tasse con un utile di 50, se pagano il 50% di tasse sull'utile cambia solo che vendono a 100, hanno un utile di 25 e 25 vanno di tasse allo Stato. Eppero' credo che tutti hanno avuto un elettricista che ha detto loro "100 euro a nero, 150 con ricevuta", e quasi tutti di fronte a 50 euro di differenza hanno optato per il nero; tanto per dare una proxy, l'omino del satellite che e' venuto qui dove abito io (e che col caxxo che si è sognato di propormi il pagamento in nero, anche se immagino che se l'avessi proposto io non mi avrebbe denunciato...) si è preso 90 euro per 40' di lavoro, e qui il carico fiscale è notevolmente più basso. Quindi io dico ok, il principio è che pagare le tasse è un dovere e sono anche disposto a pretendere la ricevuta, ma quali assicurazioni ho che a fronte del mio "sacrificio" (pagare di più) il maggior gettito sia investito in minori tasse e non finisca speso per i forestali calabresi o per la nuova infornata di dipendenti del Comune di Napoli?

chi ha usato il superfisso?

io no, ho solo detto che le tasse si riversano in servizi (il che è lapalissiano: la poliza, e l'andamento dello stato a favore del cittadino è un servizio. anche i soldi spesi per la Difesa son un servizio al cittadino)

D'oh. Ho risposto alla persona sbagliata nel post sbagliata. Capita anche ai migliori, figurati a me :)