Titolo

Supergulp! Boldrin in tivvù

9 commenti (espandi tutti)

CONTENUTI:  4 messaggi, sopra gli altri, del prof. Boldrin sono passati nettissimi, a parere di amici che vedevano con me la trasmissione e mio. Riassumo a spanne; penso si capisca:

1. basta accusare i mercati di colpe  non loro; se gli investitori si spostano altrove, è perché non trovano affidabile l'Italia o un altro paese;

2. Spagna o Burundi non è importante: è passata netta la questione di parlamentari, magistrati, consiglieri regionali e quant'altro che si riuniscono e decidono di pesare meno (molto meno!) sulla spesa pubblica in un paese in cui il Premier guadagna 90.000 euro l'anno;

3. "vorrei capire se Epifani sta dicendo che occorre ancora aumentare le tasse o no": altro passaggio che chiunque capisce e che ha bucato, a mio avviso. In 2 sensi: la questione specifica, da un lato, e dall'altro che questa sinistra deve decidersi, una buona volta, se essere carne o pesce; detto da un non politico e che per giunta lavora all'estero, è stato assai efficace;

4. "Boeri non sbagliava". Questa storia di squalificare sempre gli addetti ai lavori da parte della casta per autolegittimarsi è arrivata su un binario morto, per ora. E quali che siano i lavori (economia, teatro, urbanistica, giardinaggio). Si tende a instaurare un clima da "non disturbare il manovratore", ma ora che il manovratore autarchico e "ghe pensi mi"  di fatto smentisce sé stesso con una manovra da 24 mld, è chiaro a tutti chi bluffava o non sapeva fare i conti.

Queste cose hanno colpito molto l'immaginario, secondo me: sono di quelle che restano impresse anche dopo diverso tempo. La tv macina attualità su attualità, quindi  brucia memoria.

MODALITA' COMUNICATIVA: cifre e dati precisi, senza bluff né alcun conflitto di interessi e  stanando chi sparava numeri a cavolo. Magari non restano alcuni concetti, è normale, ma il tono e la modalità comunicativa dà l'impressione che finalmente si entri nel merito delle cose. In parte l'ha data anche Cazzola, ma è un eletto; in parte Riotta, in parte persino Visco, ma deve recuperare consenso. L'incavolatura di Lupi, secondo me,  conta anzitutto per la modalità di comunicazione: l'ha capito persino la mia cagnetta, che reagiva ai 90.000 euro zapateriani alzando un fuoco di sbarramento.

Molte cose si potevano dire, ma in genere queste trasmissioni lasciano molto sovraccarico comunicativo e senso di confusione in testa a chi ascolta: quindi, forse è meglio che il prof.Boldrin non abbia detto di più: quello che in genere resta impresso,  in questi programmi, sono flash "semaforici" in contrasto col rumore di sottofondo del bla bla politichese.

TEMPI: abbastanza netta la sensazione che il prof. Boldrin abbia avuto poco spazio: il che significa "vorrei sapere e capire di più". Buon segno. 

PS: nessuna reazione da nessuno quando Cazzola ha tirato fuori le 2 buste paga. Quella dei 5500 euro/mese da parlamentere è, che io sappia, la fetta piccola della torta: la grande è fatta di agevolazioni, portaborse (pagati direttamente all'eletto, che poi sceglie se e quanti averne, pagarli a nero o non averne affatto intascando tutto lui), privilegi vari, rimborsi a forfait , trasferimenti  ecc. Su tutto questo Cazzola si è guardato bene dall'esibire il conto VERO. 

PS2 : il costo di un parlamentare dovrebbe aggirarsi sopra i 14.000 euro mensili. Uso il condizionale e il beneficio del dubbio: si tratta di dati presi da internet.

Anche a me  ha colpito negativamente l' episodio del deputato Cazzola che ha esibito il suo foglio paga da onorevole che riportava la cifra netta di circa 5.400 euro mensili : era evidentemente una presa per i fondelli di tutti i presenti e dei telespettatori. Quella cifra letta da Floris sotto dettatura di Cazzola è infatti solo l' indennità di base a cui vanno aggiunti i rimborsi per un totale mensile di circa 14.000 euro netti come si può leggere sul sito della camera. Come è possibile che nessuno dei presenti abbia contestato questo gesto spudorato e disonesto ? Forse hanno fatto velo le amicizie personali e i rapporti interpersonali ? E' stato un episodio tristissimo che fa pensare ad una sorta di complicità tra "gentiluomini".

Condivido, assolutamente vergognoso. Gliel'ho detto personalmente a Cazzola dopo la trasmissione. Credimi, ho tentato di dire qualcosa ma devi capire che "prendere l'audio" non è facile specialmente se sta parlando il conduttore. D'altro lato, quando mi trovo in queste circostanze persino io ho dei dubbi: debbo sempre fare il cane ringhioso che bacchetta tutti? Purtroppo la casta politica italiana, a cui l'ex sindacalista della CGIL Giuliano Cazzola si è chiaramente e definitivamente iscritto perdendo con me il titolo di "persona seria", è così spudorata e così impune che si PREPARA (perché se l'era preparata!!!) balle gigantesche di questo tipo, le afferma e non viene sputtanata sul posto.

Triste ma vero.

Triste ma vero.

Purtroppo sono giunto alla conclusione (non ora, ma da un po' di tempo a questa parte) che per cercare di cambiare qualcosa bisogna abbassarsi a quel livello, essere sufficientemente cattivi e prepararsi alla battaglia con tutti i mezzi (leciti e meno leciti), perchè c'è gente in giro che non esiterebbe a fare molto peggio... Pertanto, quoto, "Triste ma vero".

E' che bisogna esserci portati a fare delle "vaccate".... e per quello che vale, dò il pieno supporto a chi, come Michele Boldrin, cerca di aprire gli occhi alla gente. Prima o poi i nodi vengono al pettine (così si dice...)

Secondo me, specie se si hanno cose più significative da dire, non serve fare i cani ringhiosi in occasioni come quella offerta da un quatto quatto Cazzola. A meno di accettare il rischio bagarre che alcuni artatamente hanno interesse a fomentare. Ovvio che parlamentari (e sindacalisti) abbiano preferito tacere, ma per es., Riotta o lo stesso Floris, che rappresenterebbero la pubblica opinione italiana, quanto meno una semplice sottolineatura con vistosa alzata di sopracciglia potevano pure concederla agli spettatori. L'episodio è significativo della sfrontata furbizie di certi signori. Che, ahimé, o ci governano o dovrebbero controllare i primi dall'opposizione. Non generalizzo, ovvio,  ma molti di quelli più in vista ormai sono (diventati) come Cazzola.

Anche a me  ha colpito negativamente l' episodio del deputato Cazzola che ha esibito il suo foglio paga da onorevole che riportava la cifra netta di circa 5.400 euro mensili : era evidentemente una presa per i fondelli di tutti i presenti e dei telespettatori. Quella cifra letta da Floris sotto dettatura di Cazzola è infatti solo l' indennità di base a cui vanno aggiunti i rimborsi per un totale mensile di circa 14.000 euro netti come si può leggere sul sito della camera. Come è possibile che nessuno dei presenti abbia contestato questo gesto spudorato e disonesto ? Forse hanno fatto velo le amicizie personali e i rapporti interpersonali ? E' stato un episodio tristissimo che fa pensare ad una sorta di complicità tra "gentiluomini".

Cazzola ha prevenuto fin dall'inizio possibili attacchi, dicendo, mentre dava a Floris la busta paga, <<ovviamente non prendo solo quanto indicato li'>>.  La responsabilita' della mancata replica alle informazioni distorte che venivano date sui compensi dei parlamentari - a mio parere - e' principalmente di Floris, che prima ha fatto futile umorismo sui numeri delle buste paga di Cazzola e poi ha ceduto la parola a Tabacci senza consentire ad alcuno di intervenire. Tabacci, presa la parola e inquadrato a pieno schermo in modo da non dare spazio TV alle reazioni degli altri ospiti, ha fatto un minuto di silenzio e poi ha cambiato completamente argomento con un lungo discorso sul tema "la questione fondamentale e' la crescita", al termine del quale sarebbe stato fuori tema tornare sull'argomento dei compensi dei politici.

Lusiani:

a responsabilita' della mancata replica alle informazioni distorte che venivano date sui compensi dei parlamentari - a mio parere - e' principalmente di Floris

non c'è dubbio: i soliti giochini di Floris.

Per 2 o 3 anni, per es.,  ha tirato la volata alla Polverini, salvo meravigliarsi, dopo che è stata eletta, che non è poi così "trasversale" come pareva. Intanto ora la Polverini si trova in una condizione piuttosto difficile: Tremonti praticamente non dà un euro per suoi i programmi elettorali  in materia di sanità e lei sarà costretta a tagliare posti letto e ospedali. Esattamente il contrario di quello che aveva promesso in campagna elettorale, giocando sull'asse privilegiato tra futura giunta PDL e governo Berlusconi. Per inciso, penso che la Polverini sia una persona abbastanza seria; solo che i giochi alle sue spalle mi pare siano alquanto più grandi di lei. 

Floris: tipico esponente del "tanto peggio, tanto meglio".

Ho chiesto a mia moglie che impressione ha avuto di Boldrin . Lei non ha tempo di leggere internet e quindi cerco di informarla a voce e quindi sa chi è MB e cos'è NFA. Non "apprezza" i politici attuali e passati , di destra o sinistra , i sindacati , gli statali  e quindi dovrebbe essere predisposta favorevolmente ad un messaggio NFA . La sua risposta è stata che lo ha trovato un pò troppo sgarbato per una persona del suo livello.

Anch'io di solito sono sgarbato come si vede da questo post , ma volevo comunque portare questa testimonianza che spero possa essere utile . Tanti ( in Italia ) guardano alla forma e non alla sostanza e il messaggio rischia di non passare.