Titolo

Supergulp! Boldrin in tivvù

6 commenti (espandi tutti)

Re(3): PPP

MünchnerFax 28/5/2010 - 13:47

Mah direi né l'una né l'altra cosa. Mi sembra che sia più semplicemente e prosaicamente un sano e consapevole effetto di mercato libero (faccio una bella listina numerata, in quanto ingegnere sono fissato):

1) ai tedeschi in genere non piace vivere nelle grandi città e preferiscono la casa unifamiliare in paese (ciò spiega l'urbanizzazione abbastanza sparsa della Germania e la dimensione tutto sommato modesta della maggior parte delle città)

2) nel caso di Berlino, c'è semplicemente troppa offerta di case e scarsa domanda (a parte politicanti e burocrati, nessuno si trasferisce a Berlino perché il lavoro è da altre parti)

3) il controesempio: a Monaco, dove c'è una forte immigrazione anche interna e l'offerta non è altrettanto abbondante, sia i prezzi d'acquisto che i canoni d'affitto sono più o meno quelli di Milano.

Fabrizio

Grazie per le delucidazioni.

PS

Tu non trovi che, rispetto a noi italiani, i tedeschi siano meno legati al concetto di "farsi una casa" e più propensi all'affitto?

Re(5): PPP

MünchnerFax 28/5/2010 - 15:20

Mah su due piedi non saprei, tendo a darti ragione. C'è da considerare che i tedeschi sono di gran lunga meno stanziali degli italiani e vanno dove li porta il cuore il lavoro. Se il mercato del lavoro è così mobile e non so dove sarò tra ics anni (con x < 10), è chiaro che abitare in affitto è l'opzione più sensata. (A meno di comprare a prescindere e poi, se devo spostarmi, do in affitto quell'abitazione e ne affitto io stesso un'altra nella nuova città; ma chi me lo fa fare di sobbarcarmi rogne, pensano in molti) Quando uno poi raggiunge un'età o un punto nella sua carriera dove è ragionevolmente certo di restare stabile in un luogo, anche il tedesco compra - o addirittura fa costruire, un caso relativamente frequente.

Questo sito dell'associazione tedesca dei proprietari di case dice che solo il 42% dei tedeschi possiede la casa in cui abita. Di questi, il 43% se l'è costruita da solo (o fatta costruire appositamente, non acquistata finita).

Fabrizio

Mi risulta (da amici a Muenchen...) che viceversa sia diffuso acquistare una seconda casa per affittarla come investimento, alcuni mi dicevano che l'ideale è addirittura averne tre (la propria più due!).

Re(7): PPP

MünchnerFax 28/5/2010 - 16:44

Vero. Addirittura ci sono parecchie agenzie di gestione dell'appartamento. In pratica chi ha il capitale lo investe con loro e loro si occupano di tutto: trovare l'inquilino, intrattenervi i rapporti, amministrare la casa (o il condominio) eccetera. Inquilino e proprietario non si conoscono nemmeno.

Fabrizio

Il numero di persone in affitto corrisponde piu' o meno al numero di persone con una seconda casa data in affitto.