Titolo

La presentazione del libro a Trento: chi c'è e chi non c'è

2 commenti (espandi tutti)

Re(2): RAI

amadeus 9/6/2010 - 13:01

Scusate ma con il passaggio al digitale mi sembra un discorso abbastanza anacronistico. In prospettiva un operatore con una rete ex RAI (possibilmente non sovraccaricata di personale in eccesso) e relativa "expertise" televisiva, potrebbe tranquillamente competere sul mercato avendo contemporaneamente a disposizione anche qualche frequenza digitale. Noto incidentalmente che Mediaset tra frequenze digitali in chiaro e criptate ne ha già messe assieme un bel po' e sarebbe interessante sapere quanto ci guadagna lo Stato (visto che le frequenze TV sono un bene pubblico).

in limine RAI

palma 13/6/2010 - 13:49

Si continua a non notare l'ovvio: il potere della RAI. Solo scorrendo scemenze (la fondazione di DEMOCRATICA) da parte del ex-segretario del partito democratico, si notano due, se non tre, figli di alti funzionari de RAI medesima, insediati dalla RAi fare i ministri, contesse esibizioniste, sottosegretari regolarmenti accopiati e sposati dalla Azienda con funzionari RAi e cosi' via.

Il quesito e' come mai nessuno nota che e' la RAI medesima un apparato di potere, non un apparato servo-del-potere (di vari: magistrati, canzonettari, Marzulli & Marrazzi, etc.) come racconta il presidente del consiglio, pure lui incapace di elidere il nodo cosidetto gordiano con il bisturi innocuo della sua vendita.

 

Per la terrificante visione suggerisco, la maschera e il volto come esibita a 

http://www.dagospia.com/rubrica-6/cafonalino/articolo-16389/1.htm