Titolo

La Cina ci è vicina. Secondo la FIOM è a Pomigliano d'Arco

1 commento (espandi tutti)

Ma sei sicuro che si possa mischiare discorsi su R&D e discorsi industriali?

Dall'articolo mi era sembrato di capire che il punto era di ridurre il peso dei costi fissi incrementando la produttività degli operai, cosa abbastanza logica.

Tra l'altro, anche dal commento di Enrico, Marco traccia un punto molto serio: l'assenteismo. Sembra poco, ma, per dire, io so molto bene che tale problema c'è anche nelle piccole fabbriche (tipo 15 operai) ed è di difficile soluzione per i capi reparto: 1) perché, di solito, i "manager" aziendali non stanno a sentire la produzione; 2) perché le leggi in materia lavorativa italiane pare incentivino questo tipo di comportamenti.

Sugli investimenti in ricerca... dovremmo capire che tipo di ricerca prima, se sul prodotto (allora hai ragione) o sui processi industriali (allora non so fino a che punto hai ragione, perché quel tipo di ricerca non è tanto della Fiat, ma di chi produce i macchinari industriali per la Fiat). 

E ultimo, non credo che i sindacati siano così abili da capire che la situazione è grave. Credo che i sindacati siano rimasti agli anni '70 e '80 e continuino a ragionare come se le cose non fossero mai cambiate.