Titolo

La Cina ci è vicina. Secondo la FIOM è a Pomigliano d'Arco

1 commento (espandi tutti)

Oltre alle argomentazioni di Marco andrebbe aggiunto altro. E so quel che dico. L'assenteismo e la furbata dei certificati medici sono sempre stati tollerati dai sindacati. Mi assumo la responsabilità di affermare che per molti il lavoro in fabbrica è stato una integrazione del lavoro nel proprio terreno e per altri un risarcimento del destino cinico e baro. I capibastone politici e sindacali non hanno mai cessato di tentare di infilare in FIAT i propri clienti tutti autosensibilizzati a rispondere alcapobastone e non al direttore di stabilimento. In un certo periodo c'era un'atmosfera nello stabilimento terrificante per disordine, assenteismo, raffazzonamento, lavoro malfatto come credo non esiste l'eguale. In alcune zone dell'impianto era igienico non andare. Si svolgevano traffici di ogni tipo.

Capisco di essere confuso e generico. Ma la rabbia di quanto è accaduto ed i danni all'azienda derivanti da una produttività ridicola e prodotto di pessina qualità; l'offesa recata a chi onestamente lavorava o avrebbe voluto sono indimenticabili. E non era colpa solo della FIOM. §Tutti uguali.