Titolo

La Cina ci è vicina. Secondo la FIOM è a Pomigliano d'Arco

1 commento (espandi tutti)

"2) I tempi dei controlli sono ristretti: il medico fiscale ti deve trovare in casa dalle 10 alle 12 o dalle 17 alle 19. Dopodichè parte la trafila: perchè il lavoratore non era a casa? Può giustificare l'assenza ? Infine parte il richiamo. Al terzo richiamo (credo) parte la causa di licenziamento... con le tempistiche italiane. Non è facile come pensi licenziare un dipendente che simuli la malattia (soprattutto se protetto dal sindacato).***  "

Supponiamo invece che il medico fiscale (che è un medico della ASL, non della Fiat) ti trovi in casa e che tu gli dica: "ho l'emicrania", "ho mal di schiena", "mi gira la testa", "ho attacchi di panico".

In che modo potrebbe stabilire se simuli o sei malato veramente? Intendo una diagnosi che regga il contraddittorio in una eventuale causa di lavoro.