Titolo

L'economia politica de "gli economisti"

5 commenti (espandi tutti)

Francesco, in realta' non sono cosi' diffusi. Si noti anche che

- Hanno un'eta' media molto alta (nell'elenco ci sono una miriade di 60+ )

- Lavorano perlopiu' presso Universita' di provincia - Sapienza, Roma 3 e Federico II sono l'eccezione ( il che non sorprende alcuno tra gli addetti al settore )

Pertanto non mi fascerei la testa. I motivi per cui la loro lettera e' stata pubblicata sono che 1) alcuni di loro hanno amici potenti e 2) dicono quanto alcuni politici e benpensanti vogliono leggere.

Guarda che i firmatari della Federico II io non li ho mai sentiti quando studiavo là. 

Tutti i professori di politica economica, macro, micro, storia economica, che ho avuto non sono tra i firmatari. Vorrà dir qualcosa, no?

idem per quanto riguarda i 2 firmatari di Padova, una insegna a Scienze Politiche (LOL) l'altro è un associato di economia politica presso Dipartimento di Tecnica e Gestione dei Sistemi Industriali... nessuno dei due insegna presso la Facoltà di Economia (meno male)...

Resta il fatto che gente come questa insegna nelle nostre università... Avrei una domanda a Lor sig. che insegnano negli States: ma pure da voi la Logica è così irrilevante?! Il nozionismo è l'unica variabile che conta anche oltre oceano? Ve lo chiedo perché io ne ho pieno i co***oni dell'università italiana...

Meno male! Mi sono lasciato ingannare dal nome delle università, senza guardare l'effettivo titolo (e l'età! XD) di quelli che hanno firmato.

Anche alla Cattolica di Milano, comunque, i nostassici ( = nostalgici  classici) sono tendenzialmente confinati alla cricca di storia del pensiero economico/analisi economica.

f.

 

 

Difatti io le teorie dove la produzione "eccede" la domanda le ho sentite solo nel corso di storia economica e il prof. di quella materia nemmeno è tra i firmatari.

Comincio a dubitare che questi firmatari insegnino economia.