Titolo

L'economia politica de "gli economisti"

2 commenti (espandi tutti)

Minchia, incredibile!

Sono d'accordo su tutto, al 100%, compresi i dettagli!

Ma chi sei? Forse dovremmo scrivere qualcosina in collaborazione su questo tema ...

Ora però faccio un test (visto che sulla tua pagina fai pubblicità a Libertiamo) :-)

"Secondo me 3/4 di coloro che in Italia si autodichiarano "libertari" o "austriaci" sono come quelli che hai descritto tu in 2.-4. Infatti, nella grande maggioranza sono solo gente di "destra-destra", spesso semifascistelli riverniciati, ossessionati dai comunisti e disposti a lavorare per chiunque sia dall'altra parte della "sinistra comunista", fosse anche un fascista puro e duro. Gli austriaci sono solo una foglia di fico finta messa lì per far fino."

Agree or disagree?

Re(1): Austriaci...

lf 24/6/2010 - 14:54

Ho la pagina di Libertiamo e sono scritto alla mailing list dei Giovani Coscioni, ma ho ben poche speranze che servirà mai a qualcosa in entrambe i casi, dati gli "alleati".

Riguardo il test: ha ragione, ma mi sa che lei è troppo ottimista. :-)

Tra i libertari (che non distinguono in genere "libertario" da "austriaco") sono più i cospirazionisti che gli anticomunisti: ci sono 9/11 truthers, antisemiti, negazionisti, fan di Blondet e di Mazzucco... Tutto ciò per fortuna non c'entra nulla né con l'IBL né con Libertiamo: sono solo una minoranza interna, anche se rumorosa (e, anche se non lo fosse, comunque imbarazzante).

Non sono convinto invece che l'anticomunismo sia un fattore predominante. Anche se è frequente tra i liberali italiani turarsi il naso con Berlusconi con la scusa dei comunisti immaginari, i libertari abitualmente non votano e basta: sono più preda del paranoid style. Di certo molti hanno tanto interesse per la teoria economica quanto ne possono avere per la filologia romanza, solo che spesso si illudono di capire la prima, mentre lasciano almeno in pace la seconda.