Titolo

L'economia politica de "gli economisti"

1 commento (espandi tutti)

Non c'é stata una riduzione della produzione alla base dell'aumento del prezzo (in realtà non c'é stato neanche un aumento della produzione che è pressoché stabile da qualche anno) che piuttosto è stato indotto dall'aumento della domanda, ovvero dalla possibilità di utilizzare il petrolio in modo più produttivo (grazie a Cina, India, Brasile, ecc.). In altri termini non mi sembra che al momento vi sia una qualche forma di razionamento produttivo dovuta alla carenza di fonti energetiche (almeno fino ad oggi). Quindi c'è stato semplicemente un trasferimento di reddito e di capacità di spesa verso i paesi produttori di petrolio e nessuna riduzione della domanda a livello globale.