Titolo

L'economia politica de "gli economisti"

1 commento (espandi tutti)

In pratica tutto quello che non funziona bene non deve essere migliorato ma eliminato: "l'economia del tutto o del niente".

Neanche in gioventù fui estremista fino a questo punto. Mi meraviglierebbe esserlo diventato ora. Non mi pare di aver detto questo. Certo di fronte alla domanda: preferite la spesa pubblica produttiva o quella improduttiva, la risposta è sempre una sola, quella produttiva. Alla domanda successiva quale é la spesa pubblica improduttiva, la risposta é sempre la stessa, anche se non espressa precisamente in questi termini, ma in quel senso certamente si: quella degli altri. Esempi? La storia delle province, ad esempio e dal loro comparire e scomparire dall'agenda politica, ma se ne potrebbero citare in abbondanza. Immaginare tante belle cose e sagge ed utili messe in pratica dai politici, buracrati amministratori che ho conosciuto mi sembra difficile. Forse sono stato sfortunato nei miei incontri, temo purtroppo di no. Mi piacerebbe che coloro che suggeriscono una soluzione di maggiore spesa pubblica si documentassero di più su come funziona l'amministrazione, in quali oscuri e torbidi meandri finiranno le loro buone intenzioni. Se no é come raccomandarsi ad uno che si ritrova a tavola con un antropofago di ricordargli di usare coltello e forchetta: con quel commensale non é quello il problema principale.