Titolo

La nuova Pravda

4 commenti (espandi tutti)

Non so quanti rigori ci fossero per il Barca, ma se un allenatore contestasse un rigore non dato rischierebbe di far notare la possibile simulazione con conseguente ammonizione dell'attaccante. Quindi non solo l'allenatore potrebbe contestare solo due o tre episodi, ma se si tratta di un episodio del genere lo fa con rischio.

Poi, la probabilita' che ci sia qualcosa da contestare esattamente prima di un contropiede letale e' piuttosto bassa. O certamente piu' bassa della probabilita' di qualche errore macroscopico. Guarda gli errori macroscopici in questi mondiali (una cinquantina di partite, finora): palleggi di mano di Luis Fabiano contro la Costa d'Avorio con conseguente gol, espulsione folle di Kaka nella stessa partita, espulsione folle di Klose contro la Serbia, gol non visto di Lampard contro la Germania, gol di Tevez in fuorigioco contro il Messico (e forse ce ne sono altri che non mi vengono in mente). Ad ogni modo uno ogni dieci partite. Sono tanti!

Ho anche l'impressione che gli errori arbitrali aumentino nel tempo, forse perche' il calcio di oggi si gioca a velocita' ben superiori a quelle di un tempo (vedetevi una qualsiasi partita degli anni 80 o, peggio ancora, degli anni 60 o 70...) ed e' piu' difficile giudicare. E allora diamo una mano a questi arbitri che - do per scontato che almeno media - sono in buona fede.

Riguardo Platini, e' vero che e' un po' meglio di Blatter (non ha disertato la premiazione degli ultimi campionati del mondo solo perche' la squadra per cui tifava aveva perso), ma la scuola non e' cosi' differente dal punto di vista della tecnologia. E poi posizioni come quelle di imporre un numero minimo di giocatori di una data nazionalita' sono grottesche, realmente impensabili. Che faccia ed abbia fatto cose buone non lo metto in dubbio, lo apprezzo anch'io, ed apprezzo la sua onesta' intellettuale (mentre Blatter li' e' penoso).

Poi, la probabilita' che ci sia qualcosa da contestare esattamente prima di un contropiede letale e' piuttosto bassa

Si', ma siccome sarebbero l'allenatore od il capitano a decidere se chiamare una contestazione, possono chiamarla anche se non e' successo niente e cosi' fermare tatticamente il gioco.

Ho anche l'impressione che gli errori arbitrali aumentino nel tempo, forse perche' il calcio di oggi si gioca a velocita' ben superiori a quelle di un tempo

Assolutamente si', infatti gli arbitri sono mediamente piu' lontani dall'azione e probabilmente anche meno lucidi (anche se si allenano di piu' al giorno d'oggi). Per questo servono due arbitri fermi dietro l'area, in grado di giudicare meglio perche' sempre vicini alle azioni determinanti.

Ad ogni modo, il punto e' un altro. La mia posizione pro-tecnologia e la tua anti-tecnologia possono non concordare, ma per lo meno si discute. La FIFA decide di non discutere e poi si comporta in modo vergognoso, da cui il titolo perfetto scelto da Fausto. Si cela dietro frasi ridicole come "vogliamo che il calcio rimanga quello che e'" e non risolve il problema

 Si', ma siccome sarebbero l'allenatore od il capitano a decidere se chiamare una contestazione, possono chiamarla anche se non e' successo niente e cosi' fermare tatticamente il gioco.

Basterebbe inserire un'adeguata penalty in caso di chiamata moviola senza giusta causa, es. espulsione del giocatore o dell'allenatore che l'ha chiamata; sarebbe come un fallo in chiara occasione da rete