Titolo

L'intervista di Tremonti a Repubblica. Una traduzione

3 commenti (espandi tutti)

Il problema di Vendola è che sibillino...e non i riferisco tanto alla esse "blesa", che ormai ci siamo abituati a questa sinistra che ha sempre un timbro speciale (vedi la erre moscia di Bertinotti)...quanto piuttosto al fatto che non dice proprio nulla. Io l'ho sentito l'altra sera: sembra un intellettuale di provincia che ha appena fumato un po' di fumo e comincia a sfarfallare con roba a metà fra i Pooh (frasi tipo: l'azzurro siamo noi) e roba sociale tipo: "superare i limiti posti all'immaginario da un efficientismo ecc. ecc. ecc."

Io fossi in D'alema gli darei una collana dell'Einaudi (intitolata tipo "Quaderni Baresi") e lascerei che sproloquiasse lì.

Secondo me è il nuovo Bertinotti, che quanto a cazzate..."il comunismo è fantasia"

L'idea dei Quaderni Baresi è buona. Quanto D'Alema possa dargli quella collana, non lo so: l'Einaudi è di SB.

Chissà, forse in ricordo dei bei tempi della Bicamerale...

quanto piuttosto al fatto che non dice proprio nulla

Verissimo!, ho la stessa impressione quando l'ascolto.

 

Ps:

la presenza al concerto era vera. Senza parole.