Titolo

Veniamo da lontano, non arriviamo mai

3 commenti (espandi tutti)

Francesco,

io su questa vicenda ho sempre detto che il comportamento delle forze dell'ordine si può inquadrare agevolmente nel quadro di approssimazione, confusione nella catena di comando e scarsa cultura del rispetto del cittadino che sono tipici di ogni incontro che il cittadino italiano ha con lo stato italiano (fisco, poste ecc ecc). Mi sembra un modo più ragionevole di descrivere le cose di frasi come "golpe strisciante"; "sospensione dello stato di diritto" e tutte quelle enormità che specie la sinistra solleva. Tutto qui.

Per le specifiche violazioni della legge ci sono i tribunali.

Marco permettimi,

alla Diaz sono state impiantate prove false (molotov messe a bella posta e finta coltellata al corpetto di un agente), e provocate lesioni gravi e gravissime (che hanno provocato infermita' permanenti) su cittadini inermi e che non avevano nessuna responsabilita' penalmente rilevante per gli scontri di quei giorni.

Gli arrestati, trattenuti a Bolzaneto, sono stati oggetto di torture fisiche e psicologiche ed e' stata loro negata assistenza legale. Questa io la chiamo esattamente sospensione dello stato di diritto, mentre Amnesty International ha parlato di violazione dei diritti umani. L'Habeas Corpus e' uno dei capisaldi delle societa' liberali, e mi stupisce vedere il problema minimizzato proprio da chi pretende di avere un approccio liberale.

l comportamento delle forze dell'ordine si può inquadrare agevolmente nel quadro di approssimazione, confusione nella catena di comando e scarsa cultura del rispetto del cittadino che sono tipici di ogni incontro che il cittadino italiano ha con lo stato italiano (fisco, poste ecc ecc).

Se per te essere arbitrariamente arrestato, subire lesioni gravi o gravissime, non potere ricevere assistenza legale o adeguata assistenza medica ed essere continuamente minacciato e' piu' o meno come avere a che fare con un impiegato scortese alle poste dopo che ti hanno perso un pacco, beh, auguri.

Per le specifiche violazioni della legge ci sono i tribunali.

I comportamenti delle forze dell'ordine al G8 di Genova hanno ricevuto un'esplicita copertura politica, prima, durante e anche dopo. Ti basti notare la mancata rimozione degli agenti coinvolti, la pubblica solidarieta' espressa nei loro confronti da parte del governo attuale e la mancata approvazione di una commissione d'inchiesta parlamentare (anche grazie al voto determinante dell'IdV). La politica non e' ancora stata capace di elaborare una condanna condivisa di fatti gravissimi perpretati dalle forze dell'ordine ai danni di cittadini inermi. Quindi non penso di sbagliarmi nell'affermare che i fatti della Diaz e di Bolzaneto meritino un'attenzione politica e non solo giudiziaria.

Ma mica minimizzo le cose gravi che tu riporti! Tutt'altro: per me sono e restano fatti che andrebbero puniti...ma non capisco come possa pensare che io sia d'accordo che un poliziotto possa trattenere un cittadino senza motivo.

Quando dico che il comportamento delle forze dell'ordine è ascrivibile alla generale mancanza di professionalità tipica dell'amministrazione pubblica italiana lo faccio non per mettere tutto nello stesso calderone (impiegato che non mi ritira un pacco e poliziotto che ecceda le sue attribuzioni).

Lo faccio solamente per darmi conto del fatto che benché ci siano state delle violazioni dei diritti dei cittadini, quella notte maledetta non è stata la notte in cui la democrazia italiana è sprofondata nella dittatura...tutto qui. Continuare a descrivere quei fatti in altro modo è esagerato: la polizia che faceva ordine pubblico nelle strade a Cagliari, per dire, quella notte non aveva ordine di andare a pestare la gente indiscriminatamente o di andare a prelevare gli oppositori del governo dalle case in piena notte senza che questi potessero fare nulla.

Quella notte è stata, come ha detto Michele, l'intersezione di due coglionerie.

Tu lo leggi mai il Manifesto? Io lo leggevo. Io ricordo perfettamente che ogni qual volta c'era uno scontro la responsabilità era sempre della polizia, qualunque fosse la circostanza. Prima delle elezioni arrivano buste con proiettili? Mi ricordo un titolone del Manifesto (Ministro Enzo Bianco, centro-sinistra) che diceva: "puntuali all'appello"; ricordo un compagno di allora che era decisamente ottuso, ma anche lui rispose: "questi pensano che siano dal Ministero dell'Interno che le stanno inviando"... Ammazzano Marco Biagi? Via con il "reportage" sui servizi deviati...e ce ne sono a bizzeffe di esempi del genere. Io dico: le violazioni ci sono, ma perché insicriverle sempre in questi quadri che non reggono?