Titolo

Veniamo da lontano, non arriviamo mai

6 commenti (espandi tutti)

Vendola è un intellettuale di sinistra meridionale, infarcito di retorica, appassionato di metafore, spregiudicato nei metodi, ambizioso e padrone della comunicazione. Altri hanno già rilevato che replica la politica slogan, spot e realtà vituale che vince da 16 anni la quale è la prosecuzione con altri mezzi di quella precedente e parimenti infausta. La qualità del suo governo non la conosco e che la sua rielezione dimostri che sia buona, è tutto da discutere considerando che anche bassolino è stato eletto due volte. Sentirlo parlare di vittorie del lavoro, a Melfi ed a Pomigliano, già fa raggiungere il limite della tolleranza e ben designa il suo pensiero che si manifesta di nuovo ed anche nel suo caso come l'esatto contrario di quel che serve al paese.

A proposito. Non mi pare che nel governo o tra i più "insigni" esponenti politici ci siano ingegneri. Solo uomini di "pensiero", avvocati, ragionieri, imbrattafogli e zucagnostro (succhiatori di inchiostro) con le mezze maniche nere e tanto di calamaio e pennino sulla scrivania.

 

A proposito. Non mi pare che nel governo o tra i più "insigni" esponenti politici ci siano ingegneri. Solo uomini di "pensiero", avvocati, ragionieri, imbrattafogli e zucagnostro (succhiatori di inchiostro) con le mezze maniche nere e tanto di calamaio e pennino sulla scrivania.

Roberto "con la mafia dobbiamo imparare a convivere" Castelli?

 

Non era Roberto Castelli ma Pietro Lunardi;

http://it.wikipedia.org/wiki/Pietro_Lunardi

non che voglia difendere Castelli, ma e' bene identificare e ricordare con cura chi fa affermazioni di tale gravita' e poi, btw, gestisce appalti sulla Salerno-Reggio Calabria... immagino che con questa' mentalita' non avra' pensato neanche per due secondi di rifiutare la cosiddetta "tassa Calabria";

l'ho sentito dire anche ad altri imprenditori del Nord che dovevano operare in Calabria;

e' giusto che noi meridionali onesti in primis lottiamo, con il nostro esempio e con la nostra onesta', le varie Mafie, rifiutandoci di pagare pizzi e altri racket, che finanziano il malaffare..

pero' mi piacerebbe lo stesso atteggiamento da parte delle imprese del nord, specialmente di quelle in area leghista, altrimenti invito cortesemente le Confindustrie lombarde, piemontesi e venete di prendere esempio da quella siciliana e di buttare fuori certe imprese... E' troppo facile rispettare le regole a casa e fare i porci comodi/non volersi impegnare in territori piu' difficili...

Altri hanno già rilevato che replica la politica slogan, spot e realtà vituale che vince da 16 anni la quale è la prosecuzione con altri mezzi di quella precedente e parimenti infausta. La qualità del suo governo non la conosco e che la sua rielezione dimostri che sia buona, è tutto da discutere considerando che anche bassolino è stato eletto due volte. 

È molto caratteristico, questo: di nessun presidente di regione si può dire con chiarezza se ha governato bene o male. Semplicemente, non se ne parla, i giornali non scrivono niente, e i dati reali sono sconosciuti. La rielezione non significa niente, e neanche la "scandidatura". Infatti, l'amatissimo Galan è stato sostituito con quel pirla di Zaia, ma la percentuale bulgara è rimasta invariata. Ma quindi Galan ha fatto bene o ha fatto male? boh…

Urge un'indagine sull'azione di governo di Vendola

È molto caratteristico, questo: di nessun presidente di regione si può dire con chiarezza se ha governato bene o male. Semplicemente, non se ne parla, i giornali non scrivono niente, e i dati reali sono sconosciuti.

Non sono d'accordo.  I quotidiani di area Fiat-Confindustria relazionano costantemente sull'operato per es. di Zaia in Veneto, e cosi' anche quelli del gruppo Caltagirone. Ritengo che la maggior parte dei pur pochi lettori veneti abbia abbondante materiale informativo (seppure spesso disinformativo e propagandistico) sull'operato del governatore.

La rielezione non significa niente, e neanche la "scandidatura".

Non sono d'accordo nemmeno qui.  La rielezione in una regione in bilico significa qualcosa, per esempio in Puglia significa che Vendola viene apprezzato piu' delle alternative.  La rielezione in una regione di orientamento politico ben definito, come il Veneto, non significa molto, ma la percentuale dei voti raccolti rimane buon indicatore dell'apprezzamento degli elettori (relativamente agli altri candidati, beninteso, non in assoluto).

Infatti, l'amatissimo Galan è stato sostituito con quel pirla di Zaia, ma la percentuale bulgara è rimasta invariata.

E nemmeno questo e' accurato.  Zaia ha preso significativamente piu' voti di Galan, e ha una storia politica di successi elettorali nella provincia di Treviso, dove ha vinto ripetutamente senza allearsi ne' col centrodestra ne' col centrosinistra.

Mi sembra che hai una tendenza a piegare i fatti alle tue opinioni personali.

Mi sembra che hai una tendenza a piegare i fatti alle tue opinioni personali.

Questo no, però in questo caso posso ammettere che ignoravo i fatti, e infatti aspettavo delucidazioni.