Titolo

Veniamo da lontano, non arriviamo mai

2 commenti (espandi tutti)

Aneddoto: recentemente mi sono informato per un ricongiungimento familiare di un immigrato regolare che conosco. Se agli uffici regionali lombardi non si sono sbagliati, per ottenere il ricongiungimento familiare con la moglie (in assenza di figli) e' necessario disporre di un appartamento di oltre 40 metri quadri (e' molto piu' del limite legale di abitabilita' per due persone). Un limite assolutamente implausibile a Milano, evidentemente fatto per ostacolare i ricongiungimenti.

Non si sono sbagliati, solo che vale anche per te, se sposi una donna extracomunitaria.

Io l'ho fatto l'anno scorso e il risultato della "perizia" del mio comune sul il mio appartamento (93 mq con 2 camere + mansarda abitabile) è stato che può bastare per 2 persone (una camera è di poco sotto i 9 mq e la mansarda, sebbene comoda per me alto 193 cm, è sotto il limite di legge...). Se, putacaso, mia moglie avesse avuto un figlio e io avessi voluto portarlo a vivere con noi, non avrei potuto.

Quando ho chiesto chiarimenti sul futuro, mi hanno spiegato che il requisito riguarda solo il primo ingresso del coniuge (o congiunto generico) straniero. Adesso che viviamo entrambi in Italia possiamo fare tutti i figli che vogliamo restando nel mio appartamento.

Pare che la ratio fosse combattere le situazioni che finiscono ogni tanto sui giornali di molti extracomunitari stipati in una piccola casetta...suona male...

Ah, hanno anche voluto chiarimenti formali sul chi avrebbe garantito il mantenimento di mia moglie (che peraltro è ingegnere e guadagna più di me...).

Le molteplici assurdità delle leggi sull'immigrazione (è effettivamente virtualmente impossibile/impensabile che un immigrato arrivi qui col permesso di soggiorno per motivi di lavoro già ottenuto) credo non abbiano nulla a che vedere col razzismo. Sono banalmente fatte male, presumo per un mix di ignoranza, idiozia e negligenza.

Il risultato è che risultano inutilmente vessatorie per i casi legittimi e non contribuiscono un granché a tutelare il bene pubblico di cui giustamente parla MB.

Quando si parla di ricongiungimenti familiari il "commento medio" è: "Così poi ne arriva uno e dopo si porta dietro i 15 componenti della famiglia"...

Senza tener conto che quelle 15 persone per vivere spendono e che il padre di famiglia spedisce tutti i soldi che prende in Italia a casa se non li può avere qui.

Alla fine un immigrato cosa vuole? Vivere meglio, avere da mangiare una casa una macchina, far studiare i figli (e se lui non lo vuole saranno i suoi figli se integrati a volere dei diritti), tutte cose che noi possiamo vendergli, al prezzo del suo stipendio...