Titolo

Veniamo da lontano, non arriviamo mai

1 commento (espandi tutti)

Ma che cos' è il liberismo per Vendola?

È per caso, come ad esempio per wikipedia, quella teoria che:

prevede la libera iniziativa e il libero commercio (abolizione dei dazi) mentre l'intervento dello Stato nell'economia si limita al massimo alla costruzione di adeguate infrastrutture (strade, ferrovie ecc.) che possano favorire il commercio.

?

Evidentemente no, a giudicare dalle affermazioni su Tremonti e Padoa Schioppa liberisti, o al suo vantarsi di non voler dazi.

Impostiamo quindi una equazione con incognita "liberista"= X [dove frase(x)= frase sensata/coerente], e riguardiamole:

Noi siamo in una condizione disatrosa a causa di politiche X. Artefice è Giulio Tremonti, con qualche corresponsabilità di Padoa-Schioppa.

Ma un governo che mettesse insieme centro-sinistra e parti del centro-destra per fare le riforme economiche sarebbe un colpo alla democrazia. [...] Un tale governo sarebbe contro il lavoro perché sposerebbe il paradigma X

Ora, i partiti in questione sarebbero PD, UDC, IDV, FLI e parte del PDL immagino, ossia un conglomerato di statalismo-clientelismo e populismo che con l' insieme di idee del paradigma liberale ha intersezione nulla, figuriamoci le politiche che partorirebbero.

È quindi ovvio che le sue frasi acquistano una vaga coerenza solo per X="del male (assoluto)", per cui il liberismo è il male, ove il male è in generale tutto ( e il contrario di tutto ) quello che risponde al fondamentale requisito di riprovazione, derivante da motivi ideologici, di ignoranza, o di pura convenienza politica.

 

Ma proprio mai.