Titolo

La riforma anti bamboccioni

1 commento (espandi tutti)

Sono d'accordo che una soluzione è alzare le tasse universitarie, ma non mi sembra una cosa attuabile con l'attuale governance universitaria. Questo perché sarebbe impopolare un governo che aumentasse significativamente la percentuale di ricavi che l'università può avere dalle tasse, di fatto aprendo la strada alle università che vogliono aumentare le tasse.

Per questo, mi sembra che la tua proposta corra il rischio concreto di avere un incentivo perverso: laureare laureati di primo livello e magistrali più vecchi di prima. Questo potrebbe avere un effetto negativo sulla crescita economica, perché, a parità di età pensionabile, toglie un anno di lavoro a persone con un titolo di studio a livello di laurea.

Invece con un anno di scuola in meno senza aumenti degli anni di università, i laureati Italiani avrebbero un anno di più di lavoro, avendo la possibilità di contribuire un anno in più alla crescita economica del paese rispetto alla situazione attuale e un anno e qualcosa in più rispetto alla tua proposta, dove il qualcosa è la media pesata del tempo fuori corso aggiunto dalla laurea di primo livello di quattro anni anziché di tre.