Titolo

La riforma anti bamboccioni

4 commenti (espandi tutti)

beh si, sarebbe stato piu' appropriato che ti rispondessi QUANDO Arnold ha fatto il seminario: una decina di anni fa, quando le scuole di matematica ancora si salvavano (ora non so)

No, è che mi danno un po' ai nervi quelli che "ai tempi della gloriosa URSS gli studenti sì che erano ben preparati", che è l'equivalente russo del "quando c'era lui i treni arrivavano in orario". Dimenticano che, negli ultimi decenni della gloriosa URSS, c'era lo sbarramento etnico all'università (se eri ebreo, per entrare dovevi essere un genio, se di altre etnie entravi senza particolari ostacoli), e altre piacevolezze, mentre la scuola media era di una tale macchina totalitaria che se ci sopravvivevi sapevi fare i calcoli per forza di cose. Ma a quale prezzo?

Ma figuriamoci se mi metto a dire cose del genere. Il mio campione e' limitatissimo - i matematici sovietici che si occupavano di algebra e geometria. Poche decine di anime, peraltro con una percentuale altissima di ebrei (tanto per dire, i matematici bravi passavano tutti attraverso il glorioso - quello si'! -  "seminario Gelfand", organizzato da Israel Gelfand...).

Il punto di Arnold, comunque, era piu' che altro sulle mancanze dei dipartimenti di matematica italiani.

 Poche decine di anime, peraltro con una percentuale altissima di ebrei

hihi, infatti è per questo che poi facevano la selezione etnica :)