Titolo

La riforma anti bamboccioni

1 commento (espandi tutti)

Dr. Boldrin (stiamo aspettando di conoscere il titolo onorifico più gradito),

personalmente ho un'esperienza del tutto diversa del liceo classico che ho frequentato, a Roma, ormai oltre venti anni fa.

Prima di tutto ho ricevuto un'ottima formazione matematica e scientifica; a riprova di ciò su circa 25 diplomati della mia classe 8 hanno ottenuto una laurea tecnico-scientifica;  di questi 4 hanno proseguito con un dottorato di ricerca (è da notare che economia e commercio non era considerata una laurea tecnico-scientifica in quanto non richiedeva due esami di analisi).

Inoltre, ho incontrato in generale un amore per la cultura, sia tra i compagni che tra i professori, come mai successivamente in altri ambienti.

Tale esperienza è facilmente estendibile a numerose mie conoscenze, laureati come me in ingegneria o, ad esempio, in fisica, che mai hanno rimpianto la scelta del classico.

Concludendo non ritengo il liceo classico, se seguito con passione, la peggiore scelta possibile. Questo, pur pensando tutto il male possibile di Giovanni Gentile, giustamente ignorato fuori dall'Italia.

Saluti

Fabrizio Bigioni