Titolo

Taxi e Liberta'

7 commenti (espandi tutti)

..in effetti, col GPS ormai tutto 'sto valore aggiunto nella conoscenza a memoria delle strade non ce lo vedo.

Non hai tutti i torti. Pero' una buona meta' della difficolta' dell'esame londinese sta nella conoscenza dei "luoghi d'interesse" della zona. Vale a dire che al tassista puoi chiedere di portarti a un indirizzo oppure un cinema, un teatro, un'ambasciata, un consolato, un negozio, un club (sia nel senso di un locale che nel senso dei club storici su Pall Mall...), un ospedale, una chiesa, un cimitero, un parco, un ristorante eccetera. E lui li deve sapere. Questo sui navigatori satellitari per ora non c'e'. L'idea londinese e' che il taxi possa portare chiunque non conosca la citta' in qualsiasi posto. Per fare un esempio, quando non ho cash con me e prendo un taxi, pur potendo pagare con carta (ma al costo di un aumento del 12%), chiedo al tassista di fermarsi a un bancomat. La risposta media e' "quale banca preferisce?".

Si capisco, però sono sempre un po' a disagio con le spiegazioni del tipo "il prezzo è giustificato perché è un prodotto migliore". Mi spiego. Se io compro un prodotto, sto comprando un bundle di caratteristiche-funzioni di questo prodotto. Ovviamente, non tutte mi servono, e a volte devo pagare un prezzo più alto perché le funzioni che mi servono sono bundled together ad altre che non mi servono. Il punto è: quanto sul mercato del trasporto di Londra è facile acquistare un servizio che è quello che serve a me, e niente altro? Se devo semplicemente andare a Buckingam Palace, posso evitare di acquistare anche il servizio "ti faccio da consulente per la banca più vicina", oppure sono obbligato ad acquistarlo? Tu nomini i mini-cab. Sono facili da trovare?

Ho avuto una discussione del genere con un mio amico che sosteneva che i voli low-cost sono una fregatura perché ti fanno pagare il trasporto del bagaglio e tutte le consumazioni. Invece, la fregatura è la compagnia non low-cost che ti obbliga ad acquistare il servizio bagaglio ed i salatini insieme al servizio trasporto essere umano.

Hai ragione. Diciamo che per chi vive a Londra (in zona 1 o 2 e non in aree non servite dalla metro) il prezzo all-inclusive e' decisamente conveniente per il motivo di cui sopra (non serve piu' la macchina).

I mini-cab sono facilissimi da trovare per un londinese, ma non per un turista. Si possono prenotare solo per telefono o andando di persona all'agenzia. E per trovare un numero di telefono di un'agenzia vicini a dove si e' "basta" mandare un sms ad un numero fornito da Transport for London - ma deve essere da cellulare inglese...

Invece se devi solo fare due giretti da turista, la metro e' probabilmente l'ideale. Costo massimo giornaliero £5.20 o giu' di li': se si compra una Oyster Card - £3 di attivazione - e ci si mettono sopra un po' di soldi (insomma una carta pre-pagata), al massimo ti scala, in un giorno, il costo di un abbonamento giornaliero.

Sui voli low-cost, sono completamente d'accordo. Io li uso solo quando sono da solo e senza bagaglio - altrimenti il costo non e' cosi' diverso da un carrier standard ed il livello di servizio e' piu' basso.

Un altro esempio di servizio che devi comprare per intero e' quando si va in macchina in Svizzera e vuoi viaggiare in autostrada. Devi comprare il bollino annuale che per uno svizzero e' poco in quanto ammortizzato nell'arco dell'anno, ma per un turista e' alto (se non erro, una sessantina di euro, in genere per pochi kilometri!).

Sono modi (quello di TfL e quello delle autostrade svizzere) per far pagare il servizio agli utenti occasionali privilegiando i locali. Non so quanto sia sbagliato, in fondo.

A luglio gli ho dato 40 euro e mi hanno dato il bollino e e poco piu' di 10 franchi svizzeri di resto. Se devi andare solo a Lugano (o piu' vicino alla frontiera, le cantonali sono abbastanza comode e non devi pagare il bollino. Gia' se passi il Gottardo, ci guadagni rispetto ai pedaggi italiani.

 

I minicab sono una grande invenzione. Se ci si trova in una zona di interesse (dove c'e' traffico di gente) ce ne sono ad ogni angolo. Ovvio se ci si trova dispersi in un quartiere residenziale no.

E, tra l'altro, per avere un "cellulare inglese" basta andare in qualsiasi negozio (non di telefoni, proprio un qualsiasi negozio di quelli che vendono tutto dalla verdura ai giornali alle medicine) e chiedere una sim. Con 5 sterline di ricarica ti danno una sim con numero inglese. Ovvio che per un turista che passa 2 giorni a londra tutto cio' e' un po' inutile!

Non sono d'accordo.

Sicuramente serve molto meno di prima (direi che è passato da necessità ad optional), ma tra traffico,manifestazioni,mappe obsolete e casini vari non è un sostituto perfetto.

A Wichita  a momenti ho perso un aereo perchè il navigatore si rifiutava di guidarmi nel dedalo di strade secondarie ed insisteva a farmi salire su una tangenziale con un'uscita chiusa.Scommetto che ad un tassista 'ste cose succedono ogni giorno.

@federico

quelli sui GPS ci sono,anche se poi per trovarli devi smanettare un po'.