Titolo

Il moralismo al potere

1 commento (espandi tutti)

Mi sembra una grandissima buffonata, più che altro.

Anche se avesse un senso parlare di cattivi esempi e comportamenti diseducativi si potrebbe  prendere l'esempio del suo collega e capoccia Zaia

Una persona che si fa ritirare la patente guidando e 200 Km/h in autostrada e poi in un intervista dichiara:

''Bisogna finirla di considerare ubriaco chi beve due bicchieri: e' in atto una criminalizzazione del vino che non ha senso alcuno e che sta uccidendo uno dei comparti piu' pregiati del made in Italy''.

Io apprezzo il buon vino e non ho mai provato droghe illecite di nessun tipo, ma ammetto tranquillamente che l'alcool in Italia è una piaga sociale e per la salute pubblica molto peggiore della cocaina ( perlomeno al momento ).

Quindi evidentemente non si tratta di moralismo, ma di pura e semplice demagogia, non per niente quando in una ricerca dell'Istituto superiore di sanità del 2006 erano stati messi a confronto i 24000 morti attribuibili all'alcool con i 517 morti per overdose c'era chi come Giovanardi aveva fatto questo commento " il tabacco e l'alcool che nel nostro ordinamento non sono considerate sostanze illecite: non e' possibile mettere assieme eroina e lambrusco" INQUALIFICABILE.