Titolo

La privatizzazione dei servizi idrici

2 commenti (espandi tutti)

Quasi sempre l'affidamento ai privati è stato un regalo ad amici e soci in affari di politici

Gia', ma il non-affidamento ha significato sempre un controllo diretto da parte dei politici stessi (a beneficio dei medesimi e delle loro clientele). Il problema non e' il libero mercato, come rappresentano i promotori del referendum, ma la sua assenza: invece di cercare di cercare di lasciare le cose come stanno, sarebbe bene cominciare a battersi per privatizzazioni ben fatte.

Giusto, abbiamo tutti sotto gli occhi i danni di certe gestioni politiche dirette del bene pubblico, che di solito portano a clientele e a favoritismi personali, come le privatizzazioni all'italiana. Dico solo che ripetere gli errori fatti, col privato che amministra l'utile e i pubblico che si accolla il debito, è persino peggio. Vanno fatte vere privatizzazioni e va comunque gestito meglio il pubblico, dando all'amministratore la responsabilità di ciò che fa (in Italia la pubblica amministrazione non è mai responsabile di fronte al cittadino, non paga mai in caso di malfunzionamento)