Titolo

La privatizzazione dei servizi idrici

4 commenti (espandi tutti)

Riassumo i due argomenti più forti a sfavore dell'operazione.

* Gli Italiani non si fidano di come le privatizzazione vengono gestite nel loro paese. Escludono che ci possa essere trasparenza e buona gestione. Personalmente prevedo anche che in un piatto così ricco si possa infiltrare la mafia, che del resto ha già in appalto - almeno in alcune parti di italia - lo smaltimento dei rifiuti.

* La distribuzione dell'acqua è inerentemente un business monopolistico. Non si capisce che senso abbia privatizzarla, visto che in ogni caso non si sarebbe concorrenza. Questo anche ammettendo che la concorrenza sia un bene in sé per la comunità.

Aggiungerei un paio di considerazioni al contorno.

* Le aziende private che gestiscono l'acqua tendono a venderla, a caro prezzo, imbottigliata. Ci sono molte ragioni - non economiche in senso stretto - per le quali questa operazione è disdicevole. Il fatto che ci sia un mercato così ampio per questo prodotto, soprattutto in Italia, è il vero problema, ma temo attenga all'antropologia e non all'economia.

* Aumentando di un ordine di grandezza o due il costo dell'acqua pubblica si potrebbe, con tutta probabilità, distribuire acqua con qualità simili, o superiori per certi versi, a quella imbottigliata che ha costi molto maggiori. Se il contratto prevedesse qualcosa di simile ci sarebbe almeno un buon motivo per privatizzare.

* Visto che in ogni caso si tratterebbe di un monopolio, invece delle privatizzazioni non sarebbe meglio pensare a degli incentivi per aziende pubbliche che riescano ad aumentare l'efficienza o la qualità del servizio erogato?

 

< ma temo attenga all'antropologia e non all'economia>

che ci sarebbe di antropologico nell'acquisto dell'acqua in bottiglia?  io ci vedo solo un grande business

< ma temo attenga all'antropologia e non all'economia>

che ci sarebbe di antropologico nell'acquisto dell'acqua in bottiglia?  io ci vedo solo un grande business

La cosa difficile da spiegare su basi razionali non e' la presenza di venditori, ma quella di compratori...

<La cosa difficile da spiegare su basi razionali non e' la presenza di venditori, ma quella di compratori...>

Difficile? La pubblicita' potrebbe contare qualcosa? Le deroghe ai limiti di legge per gli inquinanti potrebbero contare qualcosa?