Titolo

La privatizzazione dei servizi idrici

4 commenti (espandi tutti)

Il timore è che dove servirebbe un gestione migliore del servizio idrico (sud Italia) la privatizzazione finirebbe per portare altri soldi a chi, da quelle parti, ha le mani invischiate da tutte le parti...

Analogalmente dove le cose funzionano bene (es: dalle mie parti la qualità dell'acqua è ottima [migliore di quella in bottiglia] e i prezzi sono irrisori) la gestione rimarebbe pubblica e amen...

Quello che voglio dire è che dare certe libertà a certi amministratori è un rischio.

 

PS: ho notato in bolletta che il prezzo dell'acqua è proporzionale alla quantità consumata, cioè oltre una certa soglia il prezzo a metro cubo aumenta; si tratta di un'insulsaggine dal punto di vista economico (succede anche con l'elettricità mi pare).

cioè oltre una certa soglia il prezzo a metro cubo aumenta; si tratta di un'insulsaggine dal punto di vista economico.

Per un bene con disponibilità limitata, e che soffre per motivi tecnici i picchi di richiesta, no. Forse è il posto sbagliato per scriverlo, ma l' "economia del denaro" non è tutto e non regola tutto.

 

Sì, ma infatti non ho detto che sia sbagliato che sia così, anzi. Dico solo che privatizzando l'ente privato potrebbe avere un incentivo a comportarsi diversamente: più consumi più "ti faccio lo sconto".

In fondo il privato vorrà massimizzare i profitti, non sarebbe da stupirsi un aggiustiamento della curva dei prezzi, ammesso e non concesso che ciò sia consentito dalla legislazione vigente...

E perchè un'insulsaggine ? Se usi l'acqua per bere, lavarti e innaffiare due piante di basilico la paghi poco, se ti riempi la piscina olimpionica la paghi di più.

Il razionale è che è un bene per la collettività avere cittadini ben idratati e che non puzzino come capre (OK non ho trovato motivazioni per il basilico, lo ammetto) mentre i tuoi capricci personali te li paghi tu. Non trovo niente di insulso in questo.

Per il resto sono d'accordo con te, non è che io sia pregiudizialmente contrario alle privatizzazioni ma in questo caso secondo me i rischi superano di molto le opportunità. Anche perchè ritengo otttimistico che: 

dove le cose funzionano bene (es: dalle mie parti la qualità dell'acqua è ottima [migliore di quella in bottiglia] e i prezzi sono irrisori) la gestione rimarebbe pubblica e amen...

Sei proprio sicuro ? mah ! Io al tuo posto mi terrei ben stretta la gestione pubblica e stop.