Titolo

La privatizzazione dei servizi idrici

1 commento (espandi tutti)

Mea culpa, ma non ho saputo dedurre questo distinguo dalla vostra presentazione, mi è sembrato un gemello del quesito 1 presentato dal comitato referendario.

Approfitto allora per chiedere una spiegazione: si chiede, fra le altre cose, di abolire dall'art. 15 della legge 166/09 quanto segue:

nel rispetto dei principi di autonomia gestionale del soggetto gestore e di piena ed esclusiva proprietà pubblica delle risorse idriche, il cui governo spetta esclusivamente alle istituzioni pubbliche, in particolare in ordine alla qualita’ e prezzo del servizio

Perché la "piena ed esclusiva proprietà pubblica delle risorse idriche" é una locuzione da abolire?

Poi un'altra domanda: una volta che sia sancita la proprietà pubblica delle infrastrutture e della risorsa e che la concessione del servizio sia ben regolata (giuste clausole, termini congrui...), è così necessario che ci debba essere una partecipazione pubblica di maggioranza nella gestione?