Titolo

La privatizzazione dei servizi idrici

2 commenti (espandi tutti)

La domanda n. 2 non l'ho capita chiedo venia.

Relativamente alla prima, non è vero che non sono stati fatti investimenti anzi...ma spesso le reti sono vecchie e vanno rifatte.

Inoltre pur ammettendo che le reti siano nuove, mi spieghi qual'è la convenienza del pubblico di dare ad un privato le sue reti, sapendo con buona approssimazione che non otterrà alcun ritorno da questa "cessione" ma anzi sarà quai certamente costretto a sussidiare per consentire a tutti di usufruire del bene? boh.

 

Relativamente alla prima, non è vero che non sono stati fatti investimenti anzi...ma spesso le reti sono vecchie e vanno rifatte.

Perche' gli attuali gestori, che vengono ritenuti meritevoli di continuare a gestire, non hanno provveduto ad ammodernare la rete?

La seconda domanda e' molto semplice per chi si occupa di pozzi e di acquedotti. Tu dici che lavori per un ente che tra i migliori disponibili. Io ti chiedo se questo ente, preleva acqua da falde singole o se la preleva da piu' falde contemporaneamente dallo stesso pozzo, mettendole in comunicazione.

Perche' la seconda ipotesi e' quella comune in Italia ed e' pure quella che provoca una degradazione delle falde di qualita' migliore.

E tutti i pozzi, in Italia, dovrebbero pescare da una sola singola falda, impedendo gli scambi con le altre. La Regione Piemonte e' l'unica Regione che ha legiferato in proposito. SUl resto del territorio nazionale c'e' una legge del 1977, che non viene applicata ne' fatta applicare, per cui tutti (o quasi) gli acquedotti stanno prelevando acqua con modalita' che in paesi del terzo mondo non sono concesse.

Anche qui ripeto la domanda: perche' non sono stati ammodernati i pozzi? Un dirigente tecnico  dell'azienda che gestisce i pozzi di Milano disse ad una conferenza, ormai 15 anni fa, che non c'erano i soldi per farlo. Evidentemente gli amministratori non avevano provveduto ad accantonare le risorse necessarie.

Io vedo come sono state gestite le reti fino ad ora: non sono state ammodernate, la manutenzione e' stata carente, non sono state accantonate risorse per provvedere e le perdite sono considerevoli. Per quale motivo la gestione dovrebbe essere lasciata in mano a chi ha ottenuto questi risultati?

I privati farebbero peggio? Puo' darsi. Al momento io vedo che il pubblico ha fatto molto male, anche nelle piu' "blasonate" regioni d'Italia. E preferisco almeno provare di cambiare, visti i risultati ottenuti fino ad ora.