Titolo

La privatizzazione dei servizi idrici

1 commento (espandi tutti)

Se il governo (locale o nazionale) decidesse che da oggi si paga di più l'acqua, la scuola, la posta ecc. in aree rurali/montane questo rappresenterebbe un chiaro disincentivo a stabilirvisi o a restarvi.

I danni sociali sono incalcolabili in senso "tecnico": non c'è un'unità di misura, si possono solo ipotizzare le conseguenze negative dello spopolamento (in realtà ci sono già le esperienze dell'industrializzazione degli anni 50-60, ok non tutte negative ovviamente!)

D'accordissimo che chi vive lontano dalla città paga già di tasca sua per spostarsi e avere certi servizi (en passant, facendo avanti e indietro dalla città in macchina inquina...). Resta il fatto che non sempre uno può scegliere liberamente la localizzazione.