Titolo

La fine della scuola come la conoscevamo

1 commento (espandi tutti)

Non è una critica, sono così anch'io ovviamente, ma quando parlo con gente "normale" non vedo nessuna ossessione sulla scelta della scuola e sulla qualità dei programmi, salvo qualche lamentela occasionale.

Io ho letto, mi pare Economist, che le lamentele sulla qualità dell'istruzione e sulla severità dei metodi o  la quantità dei programmi, siano molto più comuni fra i genitori immigrati di origine asiatica, specie per i programmi quantitativi.

L'accademico vuole che suo figlio diventi come lui...

Io non ho figli, ma ho sempre sentito che queste forme di pressione tendenti a indurre nei figli forme di emulazione/replicazione delle scelte dei genitori siano la ricetta perfetta per spingerli giusto nella direzione opposta. Ma, al solito, parlo per sentito dire...