Titolo

La fine della scuola come la conoscevamo

5 commenti (espandi tutti)

Tante cose da dire per uno che ormai si dedica a tempo pieno alla scuola. Un flash: Aldo Rustichini pensa  a una formazione composta da una miscela di scuola tradizionale - nel senso di collettiva - e l'uso consapevole dei nuovi mezzi audio-video-digitali più o meno individuali. Il tutto riferito al livello alto della formazione, quello dell'eccellenza. Sposto il riferimento al livello più basso della scala scolastica, quello della deprivazione estrema che normalmente si pone come insuperabile ostacolo alla formazione scolastica: Brasile, San Salvador de Bahia, il progetto Fenix. Realizzato con la fondamentale collaborazione di Cristina Coggi, ordinario di pedagogia sperimentale a Torino, mostra l'efficacia del software interattivo nel superamento da parte dei bambini più svantaggiati nell'apprendimento della matematica. In questo caso il lavoro individuale è in qualche modo propedeutico e accompagna l'inserimento nel gruppo della scuola più tradizionale.

Altro flash: sapete qual'è uno dei fattori determinanti il successo scolastico dei nostri figli? Il livello d'istruzione della madre. Ricerche fatte a suo tempo dal prof. Gattullo a Bologna e confermate più di recente da Gaetano Domenici e collaboratori a Roma (Tre). Sembra invece che nella definitiva affermazione in ambito sociale e lavorativo conti di più ..... lo status del padre.

Un saluto a tutti e a presto.

Altro flash: sapete qual'è uno dei fattori determinanti il successo scolastico dei nostri figli? Il livello d'istruzione della madre. Ricerche fatte a suo tempo dal prof. Gattullo a Bologna e confermate più di recente da Gaetano Domenici e collaboratori a Roma (Tre). Sembra invece che nella definitiva affermazione in ambito sociale e lavorativo conti di più ..... lo status del padre.

Se ricordo bene vale anche nei dati USA ... roba letta tempo fa, ma ricordo proprio questo particolare. Qualcuno ha la reference?

Non ho reference esatta, ma Bruce Sacerdote ha lavorato su queste cose. Alberto ne sa più di me.

Su questo Malcolm Gladwell cita diverse statistiche in "Outliers: The Story of Success".

Sembra che l'importanza del livello di istruzione dei genitori sia importante soprattutto quando non si va a scuola. Mentre durante l'anno i progressi dei ragazzi non dipendono troppo dal contesto familiare, durante i tre mesi della pausa estiva chi ha una famiglia piu' istruita continua a progredire mentre gli altri regrediscono.

 

Brasile, San Salvador de Bahia, il progetto Fenix

Grazie per la reference, ho visto 

Non riesco a capire se funzioni veramente, ma mi ha fatto pensare che l'insegnamento on line potrebbe avere applicazione anche dove non avrei mai pensato che fosse utile