Titolo

La fine della scuola come la conoscevamo

5 commenti (espandi tutti)

E non capisco di quali commissioni parli. Hai mai sentito un'azienda convocare commissioni per assumere il capo ufficio acquisti, o un venditore?

beh, un preside laureato in ingegneria che sceglie un professore di italiano o viceversa*... di solito queste cose le fa una commissione.

 

*esempio cretino: esami di maturità, mia moglie era in commissione. Chiedono al candidato il neoclassicismo e Winkelmann. Interviene il preside (ingegnere o laureato in materie economiche) e chiede quale sia stata la grande scoperta di Winkelmann. Il candidato non lo sa... il preside dice "La scoperta di Troia!". Peccato che si trattava di Schliemann sessant'anni dopo. Adesso immaginatevi che al posto del candidato ci fosse stato un che doveva essere assunto. Il preside avrebbe pensato che il candidato aveva delle lacune... 

Poi, un venditore o un capo area lo prendi in prova e se non funziona lo licenzi... prova a farlo con un insegnante a metà anno, tieni conto che se la cosa va per le lunghe non completi i duecento giorni minimi di lezione... la logistica è una brutta bestia. 

 

la logistica è una brutta bestia

Soprattutto se deve risolvere problemi immaginari...ma lasciamo stare. Non ne vale la pena.

ci sono stato. Non sono problemi immaginari, altroché. Se si pensa di risolvere tutto dicendo "facciamo come un'azienda"... SB lo fa da anni e siamo nel casino. Se poi pensi che un preside da solo possa valutare competenze disciplinari e didattiche dei candidati, anche se sono tanti, contento te, ma le cose non stanno così:

 

http://www.heartland.org/policybot/results/12960/Study_Shows_Teacher_Hiring_Practices_Need_Work.html

 

questo è un esempio di procedura di assunzione in una scuola americana

 

Teams composed of the principal and three to five teachers from the school with the vacancy interview as many as six top candidates. Interviews are structured but allow for questions that arise.

The team determines which candidates align best with school and district priorities. Once the field is narrowed, semi-finalists teach a 20-minute demonstration lesson to a class of students from the school where the vacancy exists. Candidates are provided the same instructional objective. The team observes the lesson and then reviews the session with the candidate.

 

e  poi non è detto che la selezione sia sempre giusta 

In spite of these positive reports, the fact remains that somewhere between 30 and 50 percent of new teachers in the United States leave teaching within the first five years.Furthermore, the most academically able new teachers are most likely to leave

da: http://www.iaoed.org/files/5_Cooper_web_151206.pdf

 

 

 

La scuola usa non e' proprio un modello di riferimento utile. Il preside puo' benissimo scegliere e/o delegare ad una rappresentanza di docenti e genitori. Pensaci bene, quando eravamo a scuola studenti e genitori sapevano benissimo quali erano i prof bravi e quelli incapaci. Vuoi che non lo sappia il preside? Il punto e' che deve essere libero di licenziare dopo 2-3 anni di prova. E deve essere premiato se la scuola va bene.

Credo, senza esserne certo, che Michele pensasse ad una cooperativa, proprio per evitare il problema da te rappresentato, è evidente che in una cooperativa sei selezionato/cooptato se vai bene anche agli altri soci, ci saranno quindi dei controlli incrociati sui "papabili".

Poi, laddove si formassero cooperative di incapaci sarebbe il "mercato", nel senso della domanda di istruzione delle famiglie, a decretarne la fine. Abbiamo iscritto mia figlia ad una scuola media dopo averne valutate almeno tre, vedendo cosa offrivano e quali erano le migliori sezioni e quali erano le probabilità di essere assegnati a quella sezione, e non lo facevamo solo noi, ma tutti i genitori. Il mercato già c'è. E se fosse esisistita una scuola di "eccellenza" avrei fatto l'impossibile per iscrivere mia figlia lì.

Personalmente, fra l'altro, vedo con favore le "charter school" all'americana , il cui sucesso dipende dal fatto che gli insegnanti non devono essere per forza reclutati fra gli abilitati all'insegnamento, come pretende il sindacato americano degli insegnanti (in USSA).