Titolo

Non solo produttività: lezioni dalla Polonia

2 commenti (espandi tutti)

 

immaginiamo una proposta per togliere la cassa integrazione e usiamo quei soldi per sgravi fiscali alle imprese.  Vi immaginate la levata di scudi contro i capitalisti che vogliono rubare agli operai?  Senza ovviamente pensare che parte dei nuovi soldi dati a queste imprese finiranno alla forza lavoro (sempre che questa sia produttiva - ops!). 

 

a me piacerebbe "vedere di nascosto l'effetto che fa"... se fosse un film, direi a metà strada tra The Road e 2012. Abolita la cassa integrazione i lavoratori restano disoccupati e senza reddito. Immagino la gioia di bottegai, supermercati, padroni di casa, banche che hanno dato i mutui. Poi, che gli sgravi fiscali si convertano in nuova occupazione... e se invece le imprese decidono di usare la maggiore disponibilità per delocalizzare o automatizzare? Oltretutto non stiamo parlando di una astratta forza lavoro, ma di persone con certi livelli di istruzione, certi skills, con una certa età e collocazione geografica, e non ne vedo facile la riconversione. Se vale quello che dice Boldrin sulla difficoltà di riqualificare carpentieri e agenti immobiliari in USA, dovrebbe valere anche per gli operai italiani  

Ma certo che vale.  La mia era un esempio per dire che non è che se io abbasso le tasse alle imprese sto regalando soldi agli azionisti che poi se li terranno sotto il materasso.  Queste tasse risparmiate avranno un effetto sulla loro redditività, sulla loro capacità di competere, sul loro livello di vendite e quindi sulla loro domanda di lavoro.  Una quota di questi soldi arriverà dunque alla "classe operaia".

Volendo spendere quei soldi in ammortizzatori sociali?  Va benissimo, ma usarli per tenere in piedi strutture che non sono più veramente produttive è uno spreco.  Spendiamoli per assegni di disoccupazione che renderanno più accettabile e sostenibile il ricorso a tappeto a contratti che non siano a tempo indeterminato, spendiamoli nella riqualificazione della forza lavoro, ma non spendiamoli nella cassa integrazione.