Titolo

Non solo produttività: lezioni dalla Polonia

2 commenti (espandi tutti)

se è vero quello che riportava Smith, com'è che in un mercato del lavoro "non tutelato" (come direbbe oggi qualche sindacalista), dove addirittura i sindacati dei lavoratori erano vietati, il lavoro "precario" poteva godere di questi "vantaggi"?

..perchè oggi i lavoratori nei "posti fissi" hanno un salario superiore a quello di equilibrio per via dei vincoli legislativi, mentre quelli precari no (o non molto). Sono le tutele sui "posti fissi" che impediscono ai lavoratori precari di poter usufruire di salari relativamente più alti, che dovrebbero ricevere proprio perchè i loro lavori sono precari (?).

..perchè oggi i lavoratori nei "posti fissi" hanno un salario superiore a quello di equilibrio per via dei vincoli legislativi,

Vero, ma io credo che in qualche caso i vincoli della contrattazione nazionale creino anche disequilibri verso il basso (per differenze territoriali, settoriali e di qualifica)