Titolo

La spesa per istruzione in Italia

1 commento (espandi tutti)

In che senso l'abilitazione può essere "un diritto su una cattedra"?

Non è che "può". E' di fatto così in italia: ogni abilitato ssis e ogni sanato del dm 85/05 (come ogni idoneo del concorso che, se ha insegnato, ha il piede in due scarpe, gm e gae, scorse ciascuna al 50% per il ruolo) attraverso l'inserimento nelle graduatorie ad esaurimento ha "acquisito il diritto" ad essere assunto a t.i. , che matura quando, scorrendo le gae, in cui stanno tutti in fila indiana arrampicandosi con mezzi nella migliore delle ipotesi non meritocratici, nella peggiore illegali, verrà il suo turno. Nell'età dell'oro (il mito dei metalli insegna che si succedono età contraddistinte da metalli via via più vili) il sistema di abilitazione-formazione e quello di reclutamento (la distinzione tra i due sistemi a volte non la intende neppure qualche zucca che pure sta dentro al sistema) si sono fusi. La fusione è possibile solo quando si programmano rigorosamente gli ingressi nel sistema di formazione-abilitazione. In italia, credo che nessuno si stupisca, le cose sono andate  molto diversamente. Ergo, bisogna divaricare i sistemi;: in virtù dell'abilitazione si può aspirare a concorrere, punto. Non soltanto gli sventurati del post-blindatura, ma tutti. Bisogna aavere la capacità di affrontarae gli strepiti.

Ora come il concetto di "turno" sia meritocratico, non so, è la tua tesi non la mia. Quale "merito" in più può vantare chi si è abilitato quattro anni prima, per dire.  Se ci fosse stata una programmazione reale, avrebbe avuto un senso far coincidere l'abilitazione con il diritto all'immissione in ruolo, ma così non è. E poi le graduatorie sono viziate da tante di quelle magagne, che nonanche un virtuoso del sofisma potrebbe qualificarle "meritocratiche".

Gli abilitati del futuro tfa, invece, non godranno di questo bizzarro "diritto", essendo state le graduatorie ad esaurimento, già permanewnti, blindate (Fioroni aveva già emanato il decreto per il X ciclo ssis, a graduatorie blindate, quando è sopraggiunta la gelmini che ha bloccato una ssis che non dava più nemmeno un posto di attesa) ma ne subiranno le conseguenze (un indebito privilegio garantito a qualcuno è sempre un afregatura per qualcun altro). La prenotazione della cattedra è un'ignobile peculiarità italiana. Quindi, graduatoria delenda est. L'abilitazione deve  essere per tutti soltanto un requisito per concorrere.

 

Chi bandisce, chi valuta (e come, soprattutto), chi decide?

La proposta Aprea, che ho già ricordato, potrebbe suggerire un'ipotesi. Se ne possono considerare varie. Comunque, ribadisco, qualsiasi cosa, persino il sorteggio, è più equo e meritocratico delle attuali graduatorie.