Titolo

Processo alla Meritocrazia

2 commenti (espandi tutti)

Infatti, affermare che si possa avviare—e mantenere—la meritocrazia a costo zero, magari trasferendo il compito di controllo sui "dirigenti", mi sembra un tantino ingenuo: quando mai qualunque cosa è gratis?

Ad esempio quando fai funzionare la concorrenza.  Nel post di Aldo c'e' un thread iniziato da Michele su questo punto. Lo "slogan" e' questo, che condivido:

la concorrenza e l'uguale opportunità di accesso generano l'ammontare socialmente ottimo di meritocrazia.

Possiamo continuare questa discussione li'.

 

Mi sa che merito e economia di mercato sono incompatibili. Posso avere il merito di aver inventato qulacosa, scoperto un pianeta, curato una malattia ma quello che il mercato premia è il valore non il merito. E solo casualmente merito e valore coincidono. In un'economia di mercato non c'è nessuno che decide chi "vince", nè chi compone le classifiche questo è una affare da burocrati.