Titolo

Chihuly a Nashville

1 commento (espandi tutti)

Innanzitutto grazie per la risposta a stretto giro.

 

Mi pare di capire che il problema sia almeno su due piani:

1. come attrarre nuovi lettori e magari anche lettrici (massimizzando quanto più possibile il numero di persone che iniziano a trattare certi temi con minore superficialità e sciatteria)

2. come “trattenere” e coinvolgere nuovi lettori/lettrici (di cui vi manca la voce)

 

1. Passaparola? Notorietà e visibilità aiutano molto, certo, ma come mai nessuno (o forse molto pochi) dei lettori maschi non trasmette (almeno non con successo) la propria conoscenza/interesse/passione a colleghe, amiche, mogli, figlie, pazienti, clienti ecc.? Se certi temi interessano uomini e donne circa allo stesso modo, vi saranno molte occasioni in cui potrebbe essere possibile: “sai cosa leggevo ieri...”. Se c'è volontà di discutere con tutte le voci nella quotidianità come mai questo non si rispecchia su nfa o più in generale nella fruizione di siti tematizzati (la ciliegina sulla torta forse ha percentuali ribaltate...).

Nella mia personale esperienza, ho conosciuto il sito su indicazione di un caro amico e mi sono fermata per interesse.

 

2. Sul layout del sito davvero non saprei, essendo fra le già lettrici (e priva di un gusto estetico particolarmente sviluppato/raffinato) l'aspetto non mi ha evidentemente allontanato.

Sul contenuto direi che potreste sperimentare molto.

Magari una redattrice vi spaventa (dato il buon equilibrio e l'amicizia che vi legano da lunga data) però potreste calorosamente (regolarmente) invitare articoli a firma femminile pescando fra le molte economiste di vostra conoscenza (fate pesare le vostre meritorie intenzioni di divulgazione...). Qualcuno citava la “womeneconomics”... cos'è?

Nell'articolo di due anni fa e nella discussione che ne è seguita (e che ancora riemerge a tratti) si parlava di tasso di aggressività, di giudizi spesso molto netti e di insicurezza nell'argomentare una posizione senza maneggiare con nonchalanche dati e tabelle.   Avete una sezione Ex-cathedra, createne una Aeque principaliter: vietati i dati, valgono solo aneddoti (possibilmente vissuti non inventati) ben narrati. Nessuna validità scientifica solo voglia di condividere qualcosa che ci è rimasto attaccato. Quanto c'entra l'economia? Tanto quanto entra nel quotidiano...

 

Mi sono dilungata abbastanza, buona fortuna e grazie.