Titolo

Vennero per gli zingari e non ero zingaro

2 commenti (espandi tutti)

Ma qualcuno ha delle alternative percorribili da proporre?

Credevo di no, ma mi metti la risposta su un piatto d'argento:

Sono sicuro che molti non si voglioni integrare.

Quindi basta continuare come si era sempre fatto. Il comportamento della maggioranza di loro è una libera scelta, che tiene conto anche della reazione della società circostante.

Loro si aspettano che ogni tanto la gente, in modo diretto o tramite la polizia, vada a rompergli le balle nei campi. E' ovvio e già conteggiato nei loro pro e contro.

Siamo noi che ci sentiamo barbari, razzisti, che consideriamo "inaccettabili" certe reazioni.

A questo punto, smettiamola di pensare che il problema siano i rom. Il problema è in noi. Forse, come per i rom, anche per i non-rom si dovrebbe parlare di individui.

Alcuni si incazzano e si comportano come i rom si sono sempre attesi. Altri invece si sono inventati degli ideali nuovi e si sentono in colpa come popolo perché alcuni gruppi di individui hanno attribuito ai rom come tribù responsabilità che loro ritengono essere individuali.

(Ma ha senso applicare criteri di responsabilità individuale a esponenti di società che pare siano tribali?)

I rom si adeguano. Per loro cambia niente. Come sempre vivono al margine sfruttando la società ospite come parassiti un corpo: il trucco è non uccidere l'ospite (e se davvero sono il 2% della popolazione europea la loro permanenza in alcuni paesi balcanici sta probabilmente mettendo a rischio l'ospite...) e non scatenare una reazione immunitaria efficace. Magari facendo accordi con il villaggio dove tengono il campo che risultano in una quasi totale assenza di furti nel territorio oggetto di accordo. Il confine fra gruppo e individuo mi pare molto più labile di quanto molti vogliano pensare.

Non so quanto questo messaggio sia coerente. Ho preso spunti qua e là e poi l'ho sparato un po' alla svelta, senza pensare troppo, seguendo la nouvelle vague...

Ma ha senso applicare criteri di responsabilità individuale a esponenti di società che pare siano tribali

Certo che ha senso, perchè fa parte dei principi base della nostra civiltà, come permettere agli islamici di costruire una moschea anche se da loro non si può costruire una chiesa.

Si tratta della nostra società e del fatto che, come la storia insegna, se iniziamo a cedere su quello che a noi sembrano piccole cose alla fine crolla tutta l'impalcatura.