Titolo

Vennero per gli zingari e non ero zingaro

1 commento (espandi tutti)

Non ho voluto distruggere alcuna opera, che mi sembra viva e vegeta. Ho voluto significare il mio disprezzo per l'uomo, e per quelli come lui, aggiungendo al suo aforisma che è disgraziata anche la nazione che si serve di intellettuali come lui. O è stata fortunata?

L'adesione di molti intellettuali al comunismo non è un "episodio" trascurabile e c'è chi il senno lo ha avuto molto prima. Ho citato Camus, che pure è stato comunista.