Titolo

Vennero per gli zingari e non ero zingaro

19 commenti (espandi tutti)

Re(2): 17 Juni 1953

palma 15/10/2010 - 14:54

si effetti, Sig. Biba, sa noi di X vediamo Sorbonne come il pollaio... e' solo un casamento che si vede dalle finestre...

Re(3): 17 Juni 1953

Biba 15/10/2010 - 15:13

sig Palma, lei deve essere nato al primo dolore...

jamais se battre contre " le moulins au vent " 

 à bientot

Quella frase in francese....io correggerei qualcosa, e più d'una. 

Comunque: elemento notevole il sign. Palma, notevole ed autorevole, concordi? E non è l'unico qui ad essere "così". In fondo questo spazio di discussione mi piace anche per questo, per il suo abuonismo. 

Comunque: elemento notevole il sign. Palma, notevole ed autorevole, concordi? E non è l'unico qui ad essere "così". In fondo questo spazio di discussione mi piace anche per questo, per il suo abuonismo.

Scusa, mi puoi togliere una curiosità? ma gli altri che sono "così"  come il sign.Palma sono tra quelli che  scrivono gli articoli o tra quelli che postano?

Se sono tra quelli che scrivono gli articoli chi vedi simile al sig. "Palma"?

Grazie in anticipo di una tua eventuale risposta

 

Re(5): 17 Juni 1953

Biba 15/10/2010 - 19:32

les/des   à

ti va bene così.....il senso è quello che conta  

ti va bene così.....il senso è quello che conta

Scusa, ma non posso resistere

Re(7): 17 Juni 1953

Biba 15/10/2010 - 20:37

almeno tu sei...diciamo simpatico   

Re(3): 17 Juni 1953

Biba 15/10/2010 - 21:31

arretez ce psychodrame de procès pseudo-stalinian, je suis pour la liberté d'expression ,prèmiere valeur de la République Francaise

Qui nessuno cerca di sopprimere la libertà d'espressione di Brecht (forse qualcun altro ci ha provato, a suo tempo): ma criticare il suo comportamento, come quello di Wagner e di altri, è libertà d'espressione (poi qualcuno può anche dire castronerie, e rientra nella libertà d'espressione criticarle).

Per inciso, qui non siamo nella Rèpublique. 

Re(5): 17 Juni 1953

Biba 16/10/2010 - 12:20

concordo, la critica è sicuramente costruttiva ed è un modo per confrontarsi e scambiarsi pareri giusti o sbagliati che siano

ma

la prosopopea di qlc che  dall'alto del suo piedistallo sentenzia, punta il dito, pensando di essere chissà chi e in più offende, scusa ma mi lascia un pò perplessa ,nel pollaio ci sono si galline ma anche tanti galli

questa è sempre libertà d'espressione sicuramente ma permettimi anche poca educazione poi.....

Re(6): 17 Juni 1953

palma 16/10/2010 - 13:49

Mai si chiese signor "biba" se i profitti tendano a zero?

poi qualcuno può anche dire castronerie, e rientra nella libertà d'espressione criticarle

Ciò non toglie che anche le castronerie si interpretano per gli amici e si applicano (o non si interpretano volutamente) per i nemici.

 

 

 

 

 

Noto che Biba non riesce a scrivere in francese senza fare errori: première e non prèmiere. 

Re(5): 17 Juni 1953

palma 16/10/2010 - 20:06

Sa, Panunzi, il Sig. "BIBA" si laureo' alla "Sorbonne." ca arrive.

 

http://www.youtube.com/watch?v=5MA4MPndsd8

 

 

 


 

In un sabato di pioggia cercando di capir l'universo di Grothendieck,

un ragazzo sempliciotto e di pochi studi come me, incuriosito da un post di NFA che cita tal Grothendiek, decide di erudirsi andando a frugare nei lemmi dell'enciclopedia democratica per poveri, ovvero la wikipedia. a quel punto si trova dinanzi a questa limpida spiegazione sul contributo del personaggio alle scienze matematiche:

" definisce lo spettro di un anello commutativo come insieme degli ideali primi con la topologia di Zariski, ma lo arricchisce di un fascio di anelli: ad ogni aperto di Zariski associa un anello di funzioni, pensate come funzioni polinomiali sull'aperto. Questi oggetti sono gli schemi affini; uno schema in generale si ottiene incollando degli schemi affini, analogamente al fatto che le varietà proiettive si ottengono incollando varietà affini"

ecco, questa potrebbe divenire la mia nuova definizione di CRIPTICO :-D

 

so che è OT ma ormai la discussione si è indirizzata sull'ortografia francese e la validià degl studi alla "sorbonne"

Veda, mal non fa imparar qualcosa. 

Grothendieck e' un po' come Euclide o Descartes. Fece (e' vivo ma rifiuta di parlare a chiunque) una mossa assai ardita: invento' un mondo in cui tutta la topologia e' algebrizzabile, le Diofantine e tutti quanti.

Piuttosto di guardare a specifici risultati, le suggerisco la seguente ipersemplice definizione

Grothendieck universe is a set U with the following properties:

  1. If x is an element of U and if y is an element of x, then y is also an element of U. (U is a transitive set.)
  2. If x and y are both elements of U, then {x,y} is an element of U.
  3. If x is an element of U, then P(x), the power set of x, is also an element of U.
  4. If \{x_\alpha\}_{\alpha\in I} is a family of elements of U, and if I is an element of U, then the union \bigcup_{\alpha\in I} x_\alpha is an element of U.

A Grothendieck universe is meant to provide a set in which all of mathematics can be performed. (In fact, it provides a model for set theory.) 

 

 

 

 

Gli originali sono in francese e in russo e mi fido delle assiomatizzazioni correnti.

 

 

Traduzione in linguaggio ancor piu' semplice: tutto   (o quasi) quel che si puo' dire e' modellabile dalla teoria degli insiemi. 

La teoria degli insiemi (prenda NBG o ZFC) e', quasi incredibile dictu, modellabile in un universo di Grothendieck.

Senza urtar anime belle...chapeau

 

 

 

Il personaggio e' affascinante, nel caso le interessi i suoi "scritti" li vede a http://www.grothendieckcircle.org/

sono avulso all'universo della matematica [ gianluca ∉ U(math) ] e me ne cruccio assai. credo che mi manchi almeno una delle 7 intelligenze di gardner. la ringrazio per il link che andrò a spulciare (tanto che fino alla teoria degli insiemi pare riesca ad arrivarci). fosse mai che riuscissi ad avere ragione della predestinazione :-D

Non mi interessa particolarmente discutere dell'ortografia francese. Se uno vuole cimentarsi con il francese, libero di farlo, ma, se non è chiedere troppo, vorrei che lo facesse correttamente. Chiamatelo "effetto suocera francese". 

Re(6): 17 Juni 1953

Biba 16/10/2010 - 20:39

il suo umorismo è talmente bieco e basso che lei si dovrebbe vergognare x quello che scrive

è veramente seccante e scocciante che la redazione stessa che si manifasta tollerante e liberale le permetta di continuare in questa sua meschina arringa che alla fine lascia il tempo che trova

sono veramente disgustata da tutto ciò e da chi le tiene banco e la sostiene

si vergogni