Titolo

Vennero per gli zingari e non ero zingaro

1 commento (espandi tutti)

No, io ritengo Brecht una canaglia che ha contribuito, ipocritamente e senza pentimenti, all'aberrazione del comunismo. Punto.

Non ci crederai ma...l'avevo intuito :-)

In realtà non ho un' opinione molto più alta della tua riguardo Brecht come persona ma, quando guardo ad un opera (libro, film o qualsiasi cosa), cerco di farlo ignorando chi ne sia l'autore. Perchè se un'opera è valida, è valida in se. Niente ti vieta di ritenere l'opera di Brecht non valida in se (.. in fondo trattasi di opera da 3 soldi :-) ), ma non bisognerebbe giudicarla a partire dall'uomo: sia perchè la vita di un altro non è semplice da analizzare, sia perchè potresti non avere tutti i tasselli necessari per giudicare.

Comunque parlando di "Brecht uomo" almeno gli riconosco il merito di esserci andato ad abitare in un paese comunista. Cosa che i tanti "artisti" paraculi italiani e francesi, che si proclamavano comunisti, si son guardati bene dal fare (quelli italiani con una menzione di indegnità ulteriore perchè, almeno la maggior parte dei francesi condannò l'invasione dell'Ungheria)