Titolo

Fiat iustitia, ruat caelum.

3 commenti (espandi tutti)

Boh. Mai visto nulla del genere qui (Treviso e dintorni), e checchè ne dica la lega, la gente non è meno "tipicamente italiana" di quanto lo sia a Roma, se ci si confronta con la "cultura media" di altre nazioni, nè può essere considerata "meno ignorante". Forse questo sistema basato sulle camionette non è particolarmente efficace? Qui funziona così: ci sono dei giorni prefissati per la raccolta, la sera si portano fuori dei bidoni personali che vengono raccolti la mattina seguente. Non ci sono neanche più i cassonetti (un po' una scocciatura, volendo essere sinceri...).

veramente....mi fai cascare le braccia. La testimonianza romana è inconfutabile: quella domenica, il concorso del più cretino è stato difficilissimo da attribuire ad un'unico vincitore: la foto non mente e lasciamo al ns compare la possibilità di averci raccontato un fatto realmente accaduto.

Come sempre, bisogna sminuire le scemenze della gente e far si che tutto sia giustificabile.

Col cavolo. Avete ragione d'invocare l'inasprimento delle penne. Se la gente crea un caos ecologico del genere solo per stupida pigrizia, non si deve lamentare poi del fatto di ritrovarsi le scoasse sotto casa. Ma comunque non possono esserci giustificazioni.

Dov'è il problema? che tutto quello che è fuori casa mia, non m'interessa? Allora non ci saranno mai condizioni di convivenza basate sul reciproco rispetto. Dalla cacca del mio cane ai miei rifiuti...

Io non vorrei fare confronti culturali, ma testimonio che in venti anni di differenziata (vicino a Vicenza) non ho mai visto una roba del genere. E forse si, il sistema dei camioncini non l'ho capito e mi pare complicato. Anche qui, come a Treviso, si mette fuori il bidoncino personale la sera prima a giorni prefissati: un giorno umido, un giorno secco, un giorno plastica...

Però sono alcuni anni che è montato un'altro fenomeno: quello del sacco selvaggio gettato per le strade. Chi lo fa? Ancora una volta testimonianze: il vicino di casa di mio fratello è uno di quelli, e nonostante le multe (tutti i vicini, incluso mio fratello, lo denunciano alla polizia locale) continua a farlo, sembra che non sia dignitoso separare i rifiuti per lui. Vorrei dirvi da dove arriva...
Poi mia moglie un paio di settimane fa vede che da un'auto sgangherata di fronte a lei il tipo a bordo lancia il sacco fuori dal finestrino, sbandando vistosamente al punto che mia moglie si è spaventata e non ha realizzato di prendere la targa. E infine c'è un quartiere popolato da immigrati di ogni sorta, e là i mucchi di sacchetti, non come nella foto (saranno al massimo una decina) posti puntualmente sotto sequestro e portati via ogni settimana.

E infine la zona dove abito io, tanta gente un po' avanti con gli anni, che passa ogni altra mattina la strada davanti casa con la scopa.

Fate voi.

P.s. Una domanda: ma al comune di Roma, non potevano semplicemente copiare dove il sistema già funziona da decenni?