Titolo

Fiat iustitia, ruat caelum.

2 commenti (espandi tutti)

Saluto innanzitutto il mio concittadino, mi colpisce la stratosferica differenza tra i municipi.

Nel 1° municipio non c'è proprio traccia di differenziata, mai visti altri cassonetti. Al momento la raccolta avviene così. I cassonetti risultano stracolmi già alle cinque del pomeriggio, causa il conferimento di voluminosi sacchi e sacchetti degli hotel e degli uffici. Spesso i residui delle cucine degli stessi lasciano tracce e/o vere pozze di liquidi nerastri e oleosi che rendono impraticabile l'immediato intorno del cassonetto e lasciano chiara traccia del percorso effettuato dal sacco incriminato, spesso trascinato dall'addetto dell'hotel o ristorante. A questo punto passa un primo pick-up dell'AMA che rigorosamente a mano carica i sacchetti a terra e svuota un poco il cassonetto in modo che non si blocchi quando successivamente verrà inforcato dal mezzo compattatore automatico (solo autista) che lo svuota e lo riscarica a terra. Attenzione questo potrà avvenire a patto che nessuno abbia pensato bene di risolvere il problema del parcheggio serale piazzando la propria auto in seconda fila davanti al cassonetto (così nessuno suona perché non può uscire).

Attendo con ansia la novità della raccolta differenziata.

Per coloro che vengono a Roma per la prima volta e gireranno a piedi per la città mi permetto di dare alcuni semplici e pratici consigli che renderanno più sicura la loro permanenza nella città eterna.

Non attraversare mai sulle strisce pedonali senza dare la precedenza alle macchine che sopraggiungono (voi rischiate la pelle, le auto un'ammaccatura). Non attraversare mai tra colonne di macchine ferme senza aver attentamente osservato il movimento di moto e motorini negli spazi residui tra le auto e in particolare al di là della striscia di mezzeria. Sui marciapiede dare sempre la precedenza ai suddetti mezzi a due ruote che per superare improvvisi ingorghi di traffico sono costretti a utilizzarli come corsia preferenziale. Quando si attraversa un incrocio regolato da semaforo con svolta continua delle auto a destra. in presenza di segnale avanti per i pedoni, assicurarsi di dare la precedenza alle auto che stanno svoltando (vedi "strisce pedonali"). Nelle ore di punta sulla metro e sugli autobus prepararsi a scendere per tempo, possibilmente ponendosi in pole position davanti alla porta per evitare di essere respinti all'interno dalla massa di coloro che entrano o salgono, si tenga presente che costoro poiché stanno aspettando da tempo l'arrivo del mezzo mentre voi ci siete già sopra hanno tutto il diritto di salire senza aspettare che voi scendiate! Non protestate, anche se avete ragione, è inutile e pericoloso.

Saluti e a presto.

stevarc

 

Devo smentirti: nel 1° Municipio, o almeno in alcune zone del municipio (inclusa la mia) la differenziata si fa. Tanto che hanno eliminato del tutto qualunque tipo di cassonetto e la spazzatura viene ritirata porta a porta (o meglio palazzina per palazzina). E francamente non funziona male, anche se specie d'estate il ritiro bisettimanale dell'umido crea delle situazioni di disagio soprattutto all'olfatto. E dopo un minimo di rodaggio anche gli abitanti si sono abituati ad un minimo di impegno per dividere carta da vetro da plastica da umido da indifferenziata (sperando che poi la differenziata venha anche smaltita in modo ... differenziato).

Sulla maleducazione degli automobilisti e dei motociclisti non posso darti torto. Ma anche i pedoni che attraversano dove pare a loro hanno le loro brave colpe, a volte. Insomma, l'inciviltà è una caratteristica generalizzata, purtroppo.