Titolo

Parliamo seriamente di Vendola (II). Concorrenza e mercato

1 commento (espandi tutti)

La crisi è ancora in atto, qual è la sua ricetta per uscirne?
Io penso che per fare ripartire l'economia bisogna uscire dall'angolo della superstizione liberista, in cui si canta il "de profundis" della spesa pubblica e si considera l'abbattimento del debito come una specie di dio pagano a cui sacrificare i poveri, le famiglie, le partite Iva, il welfare, e anche un pezzo di civiltà europea. Penso che oggi occorre sostenere la domanda interna, dare ossigeno ai ceti medio-bassi, aumentare l'area di consumo, sbloccare la spesa degli enti locali ibernata dalle ridicole penalità delle norme sul patto di stabilità. L'Italia affronta sacrifici durissimi senza alcuna prospettiva di crescita e un'intera generazione viene tagliata fuori dalla prospettiva del lavoro e del futuro.

 

Quando vedo pronunciate cose del genere non so se sperare che siano dette in malafede o in preda a deliri lisergici...in ogni caso e' sufficiente in entrambi i casi a garantirsi che l'Italia non invertira' la rotta, ma cabotera' cullandosi nell'illusione di un mitico passato (quale poi?) in cui tutti stavano bene, dando la colpa della mancata crescita (perche' non si crescera') a chi preferite voi, incluso Godzilla.

Arghhhh