Titolo

Lega Nord, da cura a cancro

1 commento (espandi tutti)

L'analisi è ben fatta, la LN nel suo gruppo dirigente è marcia ed accondiscendente verso tutto quello che combattiamo: è protezionista, assistenzialista, peronista-coreana. Non se sia veramente razzista, penso che certi atteggiamenti siano quelli del bar dopo un cicchetto di troppo, forse sono 'mbriachi dalla mattina alla sera, non lo so.

il fatto che localmente governi bene si spiega semplicemente con le condizioni di partenza (erano comuni ben amministrati prima) e il senso civico degli abitanti: laddove le condizioni sociali sono diverse (vedi Milano) la Lega non ha inciso.

Però su Roma ladrona non le si può dar torto il PNV (Lodovico Pizzati in particolare) fanno un'analisi di quanto si potrebbero abbassare le tasse senza incidere sui servizi in Veneto. Potremmo discutere all'infinito se il PNV è una cosa seria, su dove vanno, sui conti che forse non sono esatti, ma il problema resta: il livello della tassazione è elevatissimo, e le tasse stanno mangiando il paese.

La Lega Nord ha smesso di dare una risposta a questo problema (Pagliarini ne parlava sempre), e sta solo cercando di mantenere il potere. Il cancro cosa è ? E' una cellula sana che si ammala, degenera e comincia a espandersi a spese degli organismi sani. La Lega Nord sta diventando questo.

E "lamentandosi", ma senza dare seguito alle lamentele sta semplicemente napoletanizzando il Nord.