Titolo

Lega Nord, da cura a cancro

5 commenti (espandi tutti)

Se con sufficienza onestà riescono a gestire le problematiche di un comune è semplicemente perchè le conoscenze per fare quelle attività sono limitate.

Gestire le strutture nazionali, le strategie e le soluzioni in ambito nazionale è TUTTO UN ALTRO DISCORSO.

I rappresentanti della LN non hanno mediamente  la minima cultura per poter gestire e affrontare problematiche nazionali, non solo, sono talmente limitati che non entrereanno mai in altre regioni italiane perchè proprio non hanno possibilità di capire le modalità di come ottenere i voti.

 

P.S. complimenti a Boldrin per l'articolo

Se con sufficienza onestà riescono a gestire le problematiche di un comune è semplicemente perchè le conoscenze per fare quelle attività sono limitate.

Gestire le strutture nazionali, le strategie e le soluzioni in ambito nazionale è TUTTO UN ALTRO DISCORSO.

I rappresentanti della LN non hanno mediamente  la minima cultura per poter gestire e affrontare problematiche nazionali, non solo, sono talmente limitati che non entrereanno mai in altre regioni italiane perchè proprio non hanno possibilità di capire le modalità di come ottenere i voti.

Sulla competenza non vedo differenze rispetto al politico medio degli altri partiti, tipicamente avvocaticchio senza competenze economiche.  Riguardo a prendere voti la LN ha un certo successo, almeno nel Nord Italia.

Sulla competenza non vedo differenze rispetto al politico medio degli altri partiti, tipicamente avvocaticchio senza competenze economiche. 

 

Infatti il cancro della Lega al massimo può evidenziare e accelerare la morte della nazione amplificando gli attriti tra Nord e Sud, visto che anche a mio parere non è in grado con l'attuale dirigenza a definire un idoneo federalismo, figuriamoci la politica economica dell'Italia.

A mio parere siamo morti a prescindere perchè in Italia ormai si vede il problema come se fosse limitato tra nord e sud e io lo vedo invece  causato dalle solite problematiche culturali dell'Italia che anche se un pò più accentuate al sud sono in ogni caso presenti in tutta l'italia.

Sinistra, centro e quella poca rimasta di destra non servono a niente perchè abbiamo dei problemi culturali trasversali in tutta l'italia.

Riguardo a prendere voti la LN ha un certo successo, almeno nel Nord Italia.

Certo, perchè al nord dove delle problematiche sono più evidenti  basta mettere dei gazebo e attaccare gli altri partiti per ottenere i voti.

Quello che i dirigenti LN non capiscono è che mettendo i gazebo e attaccando gli altri partiti politici nel centro-sud non vai da nessuna parte , perchè i voti seguono meccanismi diversi che loro non riescono a scardinare con il loro modello organizzativo dove  i voti sono poco legati alle persone di riferimento ma al partito stesso.

Hanno provato a farlo in Sardegna e gli altri partiti hanno goduto come porci a crocifiggerli in tutti i giornali ed isolarli dalle alleanze, tenete conto che il contesto sardo è molto più favorevole rispetto a tante regioni del centro-sud

Loro applicano uno schema e non ne conoscono altri perchè non li capiscono e/o non vogliono capirli, in ogni caso non hanno capacità di cambiamento e non funzionano con le loro modalità di avanzamento nell'organizzazione.

 

A mio parere siamo morti a prescindere perchè in Italia ormai si vede il problema come se fosse limitato tra nord e sud e io lo vedo invece  causato dalle solite problematiche culturali dell'Italia che anche se un pò più accentuate al sud sono in ogni caso presenti in tutta l'italia.

I problemi culturali italiani sono gravi ed e' difficile pensare di potere risolverli.  La cultura e' arcaica, elitistica,  stupidamente umanista e prescientifica, amante della forma e del cavillo, non c'e' nulla da fare, sara' difficilissimo evolvere e si tratta veramente del maggiore problema dell'Italia.  Le differenze tra Nord e Sud invece sono un problema superabile, ma la presenza e il funzionamento dello Stato italiano le preservano e le esacerbano, facendo un danno sia ai meridionali che ai settentrionali.  In questo caso la soluzione e' semplice, basta una secessione visto che mi sembra manchino competenze e onesta' sufficienti a realizzare un federalismo serio.  Come Paesi indipendenti, nel contesto europeo, si sono sviluppati molto meglio del Sud Italia tutti i Paesi piu' poveri del continente, dall'Irlanda alla Spagna alla Grecia al Portogallo.  Mi stupirebbe che proprio solo il Sud Italia non dovesse essere in grado di seguire uno sviluppo simile, una volta indipendente.

Quello che i dirigenti LN non capiscono è che mettendo i gazebo e attaccando gli altri partiti politici nel centro-sud non vai da nessuna parte , perchè i voti seguono meccanismi diversi che loro non riescono a scardinare con il loro modello organizzativo dove  i voti sono poco legati alle persone di riferimento ma al partito stesso.

Sei inutilmente criptico e fumoso.

Al Nord i cittadini sono derubati fiscalmente e le loro risorse vengono impiegate per garantire i lussi dei vertici statali, specie a Roma, la spesa clientelare meridionale e gli aiuti ai grandi industriali padani assistiti. Basta sottolineare l'indecenza dello Stato italiano in confronto con gli standard vigenti oltre le Alpi per raccogliere non pochi voti (anche se poi non e' proprio cosi' semplice, ci sono molti altri dettagli da curare, molti ci hanno provato a fare i leghisti scornandosi anno dopo anno ma senza avere successo elettorale comparabile).

Al Sud denunciare l'indecenza dello Stato non serve anzi e' controproducente perche' e' proprio lo Stato che e' il maggior datore di lavoro dipendente legale, e' proprio lo Stato che riversa la ricchezza sottratta al Nord. Questa situazione si protrarra' finche' eventualmente non si verifichi un collasso sostanziale dello Stato italiano, che lo renda incapace di beneficiare le clientele meridionali. Fino a quel momento non vedo proprio come la LN possa sfondare elettoralmente nel Sud.

Loro applicano uno schema e non ne conoscono altri perchè non li capiscono e/o non vogliono capirli, in ogni caso non hanno capacità di cambiamento e non funzionano con le loro modalità di avanzamento nell'organizzazione.

Direi che la LN ha un programma ed un'identita' definita, che puo' raccogliere solo un consenso molto minoritario nel Sud Italia.  Nemmeno Mandrake puo' cambiare questo dato di fondo.

Mi stupirebbe che proprio solo il Sud Italia non dovessere essere in grado di seguire uno sviluppo simile, una volta indipendente.

Io mi stupirei, invece, poco se il sud, dopo una secessione, non replicasse ciò che è avvenuto in altri paesi poveri europei. Ci sarebbe il rischio concreto che, al contrario, diventasse una specie di failed state: quello che in Irlanda e Portogallo non c'era, ed è un macigno colossale, è la presenza massiccia e capillare di tre tra le più grandi organizzazioni criminali al mondo. Una volta terminati i trasferimenti, la disoccupazione esploderebbe e vaste praterie di conquista e arruolamento si aprirebbero per camorra, mafia e 'ndrangheta (e/o una sorta di guerra civile tra la parte sana e la parte malata del sud). 

Poi, anche io sono convinto della necessità di un federalismo fatto bene, ma deve andare insieme ad una riallocazione di risorse dello stato centrale verso una lotta, direi, quasi militare alle mafie. Sennò non se ne uscirà mai.