Titolo

Lega Nord, da cura a cancro

2 commenti (espandi tutti)

potremmo snocciolare esempi su esempi di spoliazione consapevolmente accettata: io faccio il commercialista e sono diretto testimone di come non una categoria ma un'intera società accetta consapevolmente un eccessivo carico fiscale e delle norme assurde. Se vuoi parto con gli esempi, ma non credo sia necessario.

OK, questo fenomeno esiste, ma chiamarlo "spoliazione" genera una qualche confusione con l'uso che dello stesso termine fa L.Ricolfi.

Il contribuente medio del Nord, ma in realta' piu' precisamente ancora ogni contribuente onesto italiano viene fiscalmente tartassato specie con aliquote marginali ai vertici mondiali, e in generale con una pressione fiscale di livello scandinavo in cambio di servizi statali miserabili.  Senza conoscere qualcosa dei dati documentati da L.Ricolfi, pero', il contribuente puo' ingenuamente credere che quanto paga con aliquote marginali del ~65% almeno rientri in circolo nel suo territorio in termini di servizi statali, o almeno in termini di salari a dipendenti statali che magari non fanno nulla ma almeno per vivere spendono lo stipendio statale nello stesso territorio in cui vive.

La spoliazione documentata da L.Ricolfi e' anche peggio, e' un tartassamento fiscale che non produce alcun beneficio sul territorio (specificamente nelle Regioni attive del Nord e del Centro) ma viene sprecato per finanziare i lussi dei vertici statali specie a Roma e per pagare le clientele meridionali senza produrre un minimo di sviluppo nel Sud Italia.

Sì, hai ragione, ed in effetti mi pare che Ricolfi sia cosciente che dire "lo Stato prende al Nord" e "lo Stato spende al Sud" sono due proposizioni che è un po' forzato sostituire con "lo Stato prende al Nord per dare al Sud" considerando quest'ultima come un'unica proposizione-operazione.

Ed infatti è costretto a dire di escogitare una nuova forma di contabilità.

Lo trovo un tema molto stimolante, essendo appassionato di contabilità ed aperto verso le novità.

Ma è anche una delle forzature che rimprovero a Boldrin.