Titolo

Lega Nord, da cura a cancro

10 commenti (espandi tutti)

Non ti seguo più, oramai spari cose "strane" a 360 gradi.

Non riesco neanche a capire quale sia la tesi che sostieni. Che BS è un grande ed onesto imprenditore che non ha mai usato il potere politico per far soldi?

Che non è un delinquente pluricondannato ed ancora a piede libero solo perché ha usato il proprio potere politico per distruggere lo stato di diritto, in connubio con quella LN che per anni l'aveva, giustamente, tacciato d'essere un mafioso, un evasore, un delinquente, ed il cui supporto ha poi (misteriosamente per ora, ma vedrai che fra qualche anno o mese sapremo i dettagli) "acquisito"?

In attesa di capire quale sia la nuova ed ardita tesi, torniamo ai fatti (su alcuni hanno già detto altri, quindi rinvio ai commenti in questione).

Non rispondo direttamente a questo preambolo propagandistico di cui condivido solo l'idea di discutere dei fatti.

Anzitutto, ti ricordo che BS è quasi certamente l'unico imprenditore dell'Italia repubblicana per il quale siano state fatte (prima da Craxi, poi se le è fatte lui) dozzine di leggi ad-personam, tutte per sussidiarlo!

E' vero, probabilmente BS batte tutti su questo.  Dove avrei sostenuto qualcosa di diverso o opposto???

Alla fin fine, fai solo tre nomi: FIAT, Pirelli, De Benedetti. [Ometto RCS perché è tanto sussidiata quanto Giornale, Libero

Oltre ai nomi indicati ho indicato i membri del cda di RCS di oggi, che sono persone e che si trovano su web, i membri del cda di Mediobanca del 2000, i principali detentori delle partecipazioni incrociate della c.d. "galassia del nord".

Ti concedo il primo: la FIAT, nella sua storia, è stata molto più sussidiata di BS.

OK

Pirelli te lo sogni. Non vedo proprio dove e come tu possa affermare che la Pirelli è un'impresa sussidiata dallo stato (oggi o nella sua storia) come e più di Mediaset!

Prima di andare avanti, mi indichi per favore dove avrei affermato che la sola Pirelli avrebbe avuto piu' sussidi di Berlusconi?  Stai criticando affermazioni che non ho fatto. Spero sia disattenzione e incomprensione e non un artificio dialettico.

La mia tesi e' diversa, ed e' che Berlusconi e' persistentemente avversato da un gruppo abbastanza omogeneo di grandi imprenditori padani assistiti. Questa tesi non dice nemmeno chi tra i due gruppi abbia avuto piu' sussidi di Stato, anche se a fronte di domanda ho confermato che il gruppo di imprenditori assistiti, che esiste almeno dall'unificazione italiana, ha ricevuto incomparabilmente di piu'.

In un successivo commento ti indichero' articoli di giornale che documentano aiuti di Stato a Pirelli e altri imprenditori assistiti, per esempio prepensionamenti a 50 anni pagati dallo Stato.

Scusa Alberto, ma stai esagerando. Le equazioni grande industria=assistiti=nemici di Berlusconi e della Lega (che usano i giornali per fini di parte) e  Lega=piccola industria sana e competitiva sono profondamente sbagliate. Sopratutto perchè, al di la della retorica, i governi di SB e della Lega sono fra altrettanto statalisti e clientelari di quelli della DC, e più clientelari di quelli della sinistra. Basta vedere la controriforma delle professioni. Inoltre la piccola industria ha goduto di notevoli sussidi ed  agevolazioni (tipo la legge Sabatini). Non so se, in proporzione al VA siano maggiori o minori di quelli ricevuti dalle grandi  imprese PRIVATE attualmente esistenti (escludendo le industrie chimiche tipo SIR, ora fallite, e le partecipazioni statali).

 

Scusa Alberto, ma stai esagerando. Le equazioni grande industria=assistiti=nemici di Berlusconi e della Lega (che usano i giornali per fini di parte) e  Lega=piccola industria sana e competitiva sono profondamente sbagliate.

Ma scusa, perche' devi inventare affermazioni mie mai fatte, o estrapolare indebitamente il mio pensiero senza evidentemente conoscerlo?

Dove mai avrei scritto "Lega=piccola industria sana e competitiva"??? Personalmente ritengo che in Italia l'industria sana e competitiva sia primariamente quella media esposta alla concorrenza internazionale, non quella piccola, che ha punte di eccellenza ma non e' nel suo complesso ai vertici della competitivita'.

E perche' poi Lega = piccola industria? Dove mai l'ho scritto? Perche' bisogna seguire le favole del circo mediatico sui bottegai e i microimprenditori che voterebbero LN?  Le analisi che conosco mostrano che la maggior parte dei consensi alla LN vengono dagli operai e dai dipendenti privati delle PMI, e in parte anche delle grandi imprese purche' settentrionali. I piccoli imprenditori credo votino ben piu' SB, qualcosa del genere semmai ho gia' scritto.

Per il resto, buona parte di quello che scrivi nella sostanza lo condivido, cio' che non condivido e' lo stravolgimento o l'invenzione delle affermazioni che mi attribuisci.

Non ho scritto che Berlusconi e' meglio dei grandi imprenditori assistiti, probabilmente e' peggio in numerosi criteri di confronto, ma rimane il fatto, ed e' questo che ho scritto e non altro, che BS da un lato e i proprietari del Corriere, della Stampa e di Repubblica dall'altro sono politicamente avversari, sa sempre.

Sopratutto perchè, al di la della retorica, i governi di SB e della Lega sono fra altrettanto statalisti e clientelari di quelli della DC, e più clientelari di quelli della sinistra. Basta vedere la controriforma delle professioni.

Negli ultimi 15 anni i governi di CD sono stati equivalenti a quelli di CS, come si vede dal fatto che l'evasione fiscale non e' cambiata di un epsilon, e come si vede dal fatto che fatte le medie il PIL italiano e' cresciuto circa lo 0.8% in meno ogni anni rispetto a Francia e Germania sia durante i governi di CD sia durante i governi di CS.  Personalmente ritengo pero' che le politiche generali e particolarmente le basi ideologiche del CS siano significativamente piu' dannose di quelle del CD.

Inoltre la piccola industria ha goduto di notevoli sussidi ed  agevolazioni (tipo la legge Sabatini). Non so se, in proporzione al VA siano maggiori o minori di quelli ricevuti dalle grandi  imprese PRIVATE attualmente esistenti (escludendo le industrie chimiche tipo SIR, ora fallite, e le partecipazioni statali).

OK concesso (ma non ho scritto nulla di contrario a questa tesi, anche in questo caso). Noto comunque che almeno la piccola industria non possiede quotidiani di diffusione nazionale, pesantemente sussidiati dallo Stato, che raccontano favole (per esempio sulla distribuzione dell'evasione fiscale), e che agiscono complessivamente come organi di propaganda e disinformazione a favore degli interessi dei loro proprietari.  Ritengo l'influenza nefasta dei grandi imprenditori assistiti piu' potente e piu' nociva, e anche piu' deterninante nel forgiare quel disastro politico ed economico che e' lo Stato italiano.

A me pare che se c'e' qualche esagerazione, questa consiste nell'inventare o estrapolare indebitamente il mio pensiero su alcuni temi.

Non ho scritto che Berlusconi e' meglio dei grandi imprenditori assistiti, probabilmente e' peggio in numerosi criteri di confronto, ma rimane il fatto, ed e' questo che ho scritto e non altro, che BS da un lato e i proprietari del Corriere, della Stampa e di Repubblica dall'altro sono politicamente avversari, sa sempre.

Ma ti rendi conto che non ha senso? Ammettiamo che la FIAT abbia ricevuto sempre enormi sussidi (sarebbe meglio controllare, senza fidarsi di Mucchetti) e che la FIAT sia in grado di decidere la linea editoria di Stampa e Corriere. Logicamente, dovrebbe far adottare una linea favorevole al governo, che distribuisce i sussidi, non una contraria. Quindi dovrebbero essere filo-Berlusconi ora e magari anti-Berlusconi durante il governo di sinistra (ricorda che si diceva che la Confindustria è filo-governativa per definizione) In effetti, le persone di sinistra dicono che il Corriere è filo-SB. Il caso di Repubblica è diverso. E' un giornale che fa politica in proprio - con dei lettori ferocemente anti-berlusconiani. Indipendentemente da quello che può dire De Benedetti, perderebbe subito lettori verso il Fatto o altri quotidiani anti-berlusconiani se cambiasse linea.

 

Non ho scritto che Berlusconi e' meglio dei grandi imprenditori assistiti, probabilmente e' peggio in numerosi criteri di confronto, ma rimane il fatto, ed e' questo che ho scritto e non altro, che BS da un lato e i proprietari del Corriere, della Stampa e di Repubblica dall'altro sono politicamente avversari, sa sempre.

Ma ti rendi conto che non ha senso? Ammettiamo che la FIAT abbia ricevuto sempre enormi sussidi (sarebbe meglio controllare, senza fidarsi di Mucchetti) e che la FIAT sia in grado di decidere la linea editoria di Stampa e Corriere. Logicamente, dovrebbe far adottare una linea favorevole al governo, che distribuisce i sussidi, non una contraria. Quindi dovrebbero essere filo-Berlusconi ora e magari anti-Berlusconi durante il governo di sinistra (ricorda che si diceva che la Confindustria è filo-governativa per definizione) In effetti, le persone di sinistra dicono che il Corriere è filo-SB.

Cosa significa "non ha senso"?  Ha senso che milioni di persone votino Rifondazione Comunista nel terzo millennio?  Ha senso che una legge dello Stato italiano abbia consentito ai dipendenti pubblici di andare in pensione a 40 anni?  Forse non ha senso, ma accade.

Che Berlusconi sia in contrasto col club degli imprenditori assistiti del cda di RCS e' un fatto, che ho documentato, che abbia senso o no. Che almeno alcuni degli imprenditori menzionati siano assistiti e' un fatto per cui ho provvisto della documentazione, e oltre a Mucchetti anche Michele Boldrin lo conferma, per la Fiat almeno.

Ovviamente gli assistiti come la Fiat desiderano essere sussidiati anche quando governa Berlusconi, e infatti nel 2001 Agnelli e Berlusconi si sono visti, Ruggiero (manager FIAT) e' diventato ministro degli esteri, e immagino ci saranno stati altri scambi.  Piu' recentemente, dopo il 2008, Mieli ha fatto una pur debole autocritica sull'endorsement contro Berlusconi e LN, se ricordo bene, e tra gli editorialisti del Corriere della Sera e' spuntato Quadrio Curzio, che mi sembra vicino a Tremonti. Questa e' la politica di breve termine degli assistiti: limitate e temporanee concessioni, mentre su altri fronti, come ad esempio il cda RCS, tengono duro, e anche nel cda di Mediobanca Berlusconi e' rimasto fuori per tutto il periodo dal 2001 al 2006 quando ha governato.

Si tratta pero' di politica di breve termine, di accomodamento temporaneo, che convive con una politica di lungo termine, contraria a Berlusconi, che emerge sempre ed emergera' sempre quando conta, per esempio alle prossime elezioni. L'obiettivo di tale politica e' secondo me la continuazione dei tradizionali sussidi, aiuti e protezioni statali per i grandi imprenditori non competitivi, una politica a cui particolarmente la LN si e' opposta e ancora si oppone.

Ciò che non aveva senso era il tuo ragionamento, Alberto.

Il mondo ti piace manicheo, cosa vogliamo farci?

Questa della LN contro i sussidi, poi, fa piangere. Ma ti rendi conto per quanti sussidi la LN opera, dalle quote latte alle pensioni di anzianità, dalle concessioni a Benetton ai soldi per la stampa? E quando mai, nei suoi quasi otto anni di governo, la LN ha operato per farne eliminare anche solo uno di quei sussidi? Uno!

Signormiobenedetto ...

Questa della LN contro i sussidi, poi, fa piangere. Ma ti rendi conto per quanti sussidi la LN opera, dalle quote latte alle pensioni di anzianità, dalle concessioni a Benetton ai soldi per la stampa? E quando mai, nei suoi quasi otto anni di governo, la LN ha operato per farne eliminare anche solo uno di quei sussidi? Uno!

  1. come ho documentato piu' volte la LN si e' persistentemente opposta ai sussidi alla Fiat
  2. gli aiuti di Stato erogati in Italia dal governo di CD negli ultimi 2 anni al settore auto sono nettamente inferiori a quelli erogati in Francia e Germania
  3. complessivamente, gli aiuti statali erogati dal governo di CD negli ultimi 2 anni a causa della crisi economica sono nettamente inferiori alla media di altri Paesi comparabili

Tutti i punti elencati  sono documentabili (e in parte sono gia' stati documentati in passati commenti).

MA PORCA L'OCA! Stai rasentando l'assurdo.

Negli ultimi due anni il governo italiano non ha dato gli aiuti a destra ed a manca perché era in bancarotta, non per virtuosismo proprio. ED ANCOR MENO PER VIRTUOSISMO LEGHISTA!

La LN ha continuato a chiedere soldi per i suoi protetti ed i suoi sussidi. La LN ha approvato e disegnato una finanziaria in cui la spesa aumenta di 23 miliardi e le tasse di 45 miliardi, altro che balle!!!

La LN è un partito statalista e parassitario, punto e fine. C'è in tutti i loro atti, in tutti i loro programmi in tutti i loro proclami. La LN è il partito che vuole i dazi, le quote di questo e di quello, che si oppone alla riforma delle pensioni, che blocca gli OMG ed inneggia a chi li distrugge, che usa le fondazioni bancarie per sussidiare tutto ciò che la vota.

La LN odia la FIAT? Ripeto, so what? Forse che questo prova qualcosa? Che la Fiat non sia fra coloro che la LN vuole sussidiare, cosa proverebbe?

Negli ultimi due anni il governo italiano non ha dato gli aiuti a destra ed a manca perché era in bancarotta, non per virtuosismo proprio. ED ANCOR MENO PER VIRTUOSISMO LEGHISTA!

Gia', pero' negli ultimi due anni opposizioni e sindacati hanno chiesto, rispetto a quanto erogato, piu' spesa pubblica anticiclica, piu' sussidi alle imprese, piu' contributi per le rottamazioni, nonostante il debito pubblico.

Inoltre durante il governo di CS del 2006-2008 sono stati approvati generosi contributi per la rottamazione auto in una delle rare fasi di crescita dell'economia italiana, e il "tesoretto" fiscale che doveva essere accantonato per future crisi puntualmente avvenute lo hanno sprecato in spesa pubblica elettorale un attimo prima che scoppiasse la crisi.

Non c'e' dubbio che il CD abbia malgovernato, specie nel 2001-2006, il punto rimane che le opposizioni sono uguali o peggiori.

Scusa Alberto, ti dice qualcosa la parola LIBERALIZZAZIONI: taxi, notai, avvocati, farmacie etc. etc etc...Chi ha bloccato il processo riformatore?

Ti dice qualcosa la parola ENI. Chi voleva la chiusura dell' AEEG solo perchè tentava di togliere la rete gas a ENI? La lega e BS sono l'anti-mercato per eccellenza. Mi sembra ridicolo fare la matematica di chi e meno liberale tra CS e CD.